Formazione e Carriere: Approfondimenti, News e Tendenze dal Mondo del Lavoro


 
Resta Aggiornato!!!
Iscriviti al Blog per ricevere News e Approfondimenti dal Mondo del Lavoro

Si prega di inserire una Email.
Valore non valido
Image

POTREBBE INTERESSARTI


Comunicazione assertiva

Comunicazione assertiva, che cos’è e a cosa serve avere uno stile assertivo

La comunicazione è alla base dell’essere umano. Lo è nei suoi rapporti con gli altri, nella vita privata, nei rapporti di amicizia, nelle relazioni sentimentali, ma anche nella vita professionale. Un ambiente di lavoro, al giorno d’oggi, non può certamente prescindere dalla presenza di una comunicazione assertiva tra le persone che lo frequentano. Ma che cos’è questa importante skill, e in cosa consiste? Ecco a cosa serve avere uno stile assertivo e, più in generale, essere assertivo in azienda.

 

Che cos’è la comunicazione assertiva? Definizione e significato

Comunicazione assertivaDare una vera e propria definizione di comunicazione assertiva potrebbe risultare riduttivo e poco efficace, rispetto a una descrizione del fenomeno come qualcosa di più ampio e decisamente meno legato a una terminologia rigorosa. Comunicare in modo assertivo è infatti un atteggiamento del datore di lavoro, del dipendente, ma anche più semplicemente delle persone, che denota una certa capacità nella trasmissione di concetti, pensieri, in modo chiaro e diretto.

La comunicazione assertiva è quella caratteristica per cui una persona è in grado di asserire, ovvero fare un’affermazione con la certezza che sia vera, sostenere come certa una cosa. Nonostante possiamo ricondurre uno stile assertivo a questo verbo, si tratta, come detto, di un concetto il cui significato è più vasto. In generale, l’assertività è l’abilità di essere sicuri di sé, e di apparire tali, senza però risultare aggressivi.

In un clima assertivo, la persona è in grado di compiere una dichiarazione sicura o affermare una dichiarazione senza che vi sia la necessità di prove. Assertività significa difendere i propri diritti, esprimendo pensieri, sentimenti e credenze in modo diretto, onesto e appropriato.

Comunicazione assertiva e ascolto attivo: perché sono complementari

L’ascolto attivo è senza dubbio tra gli ingredienti principali di una buona comunicazione assertiva. Prima di poter esprimere in totale libertà e sincerità le proprie idee e i concetti che si desidera trasmettere agli altri, è infatti necessario saper soddisfare il loro bisogno di essere ascoltati in maniera efficace.

In realtà, si tratta di una delle fasi di cui è composta la comunicazione assertiva. Essa si caratterizza dal fatto che l’ascoltatore, in un processo di ascolto attivo, è portato ad assimilare quanto detto da colui il quale sta comunicando un’idea, riuscendo così a sviluppare una risposta particolarmente efficace.

Ciò si può fare solo riflettendo in maniera opportuna il contenuto del messaggio dell’altra persona, rispondendo con parole diverse. Un ascolto attivo è indispensabile per consentire all’interlocutore di verificare se il messaggio è stato compreso; parimenti, chi effettua ascolto attivo si sentirà ascoltato con attenzione.

Alcuni esempi di stile assertivo: come fare comunicazione assertiva in azienda

Come abbiamo già affermato in precedenza, la comunicazione assertiva si rivela particolarmente utile nella vita professionale delle persone. Adottare uno stile assertivo in azienda potrebbe essere una buona mossa per sviluppare delle relazioni sane tra datore di lavoro e dipendenti, ma anche tra i dipendenti stessi.

L’assertività è, come detto, un atteggiamento generale che caratterizza le persone presenti in un ambiente di lavoro. Dunque, è applicabile a diverse situazioni, per le quali possiamo formulare degli esempi pratici, di modo che questa possa essere inquadrata in maniera corretta.

Una situazione tipica nella quale è presente la comunicazione assertiva è una riunione di lavoro nella quale un collega continua a interrompere un altro in un dibattito riguardante un tema. Qual è una risposta di chi adotta uno stile assertivo? È quella di chi dice al collega in maniera educata, ma ferma e decisa, che vorrebbe finire il suo intervento senza essere interrotto, e che prima che questo formuli a sua volta la sua opinione gli piacerebbe terminarlo.

Importantissimo è l’utilizzo della comunicazione assertiva quando emergono delle situazioni in cui una persona è in disaccordo con quanto detto o con quanto fatto da un’altra. In questi casi, la cosa migliore è essere subito diretti, affermando che si rispetta l’opinione degli altri, ma che non la si condivide.

Comunicazione assertiva, il percorso di alta formazione adatto

Imparare le migliori tecniche di comunicazione assertiva e i meccanismi che stanno alla base di questo approccio ideale nel mondo del lavoro di oggi è senza dubbio più facile dopo un percorso di formazione adatto a chi voglia apprendere le giuste competenze e le conoscenze aggiornate per quanto riguarda il settore delle risorse umane.

Un esempio in tal senso è il Master in Gestione, Sviluppo ed Amministrazione delle Risorse Umane che la Business School Alma Laboris ha pensato per coloro i quali vogliano eccellere nella comunicazione assertiva in azienda. Le lezioni, articolate in un programma didattico che dedica ampio spazio all’argomento, saranno illustrate da una faculty di professionisti del settore, che forniranno al partecipante tutto quanto necessario ad operare al meglio nella propria professionalità quotidiana.

Sono previste, su richiesta, attività di placement gratuito per un miglior orientamento di carriera. Il costo del Master prevede delle agevolazioni nel caso in cui il partecipante opti per un’iscrizione anticipata.

 

Master Gestione, Sviluppo ed Amministrazione delle Risorse Umane

Il Personale a 360°, Selezione, Valutazione, Training, Contrattualistica, Busta Paga.

 

 


Contatta la Business School
Seguici su:

Questo sito usa cookie, anche di terzi, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Procedendo con la navigazione accetti l'uso di tali cookie. Leggi Cookie Policy.