Resta Aggiornato!!!
Iscriviti al Blog per ricevere News e Approfondimenti dal Mondo del Lavoro

Si prega di inserire una Email.
Valore non valido
Image

POTREBBE INTERESSARTI


I colori del tuo ufficio influenzano la tua produttività al lavoro

I colori del tuo ufficio influenzano la tua produttività al lavoro: ecco come

La psicologia cromatica è un fattore determinante non solo per l’umore delle risorse umane di un’azienda, ma anche per il loro rendimento

 

Blue Monday, Black Friday, ma anche Red Saturday, e tanti altri. I colori, da sempre, scandiscono la vita degli esseri umani, portandosi con loro sensazioni, impressioni, umori, e condizionandone le giornate. Più di quanto immaginiamo. Anche il lavoro, infatti, non è certo immune da quella che è comunemente definita la psicologia cromatica. Recenti studi, infatti, affermano che lo stato mentale delle risorse umane di un’azienda sono direttamente influenzate dai colori che sono presenti nel posto di lavoro. Di più: le tonalità utilizzate nell’ufficio possono risultare determinanti nella produttività di un lavoratore.

Come riportato da Forbes, esiste un’azienda in Finlandia che, in base a queste teorie, fornisce ai propri clienti degli uffici praticamente multi-color. Si chiama Framery, e progetta secondo i principi della psicologia cromatica. Ma quali sono? In linea generale, ad ogni colore viene associata una sensazione, un’emozione, e una conseguente reazione del lavoratore nella propria professionalità.

Alcuni esempi? Il rilassamento provocato dal blu. Affidabilità, sicurezza e fiducia, si tratta di un colore molto rassicurante, che calma i nervi e ha un deciso effetto anche dal punto di vista biologico. Guardando qualcosa di colore blu, infatti, le pulsazioni e la pressione sanguigna diminuiscono, provocando una sensazione di relax. Completamente opposto l’effetto del rosso: aumento dell’adrenalina, tendenza ad associare le tonalità di questo colore a stati emotivi piuttosto forti.

Secondo queste teorie, dunque, un ufficio blu tenderà a rendere il lavoratore più sicuro di sé. Ciò, in realtà, vale anche per il consumatore. Un noto centro commerciale statunitense, ad esempio, ha utilizzato il blu nell’arredamento del suo ufficio reclami, rimpiazzando le originali tonalità, più accese. Risultato? In un anno si sono registrate il 45% delle richieste di risarcimento in meno. Ciò perché rimanere in attesa all’interno di una stanza colorata di blu riduce la tensione e lo stress e predispone chi aspetta a un atteggiamento mentale meno polemico.

Verde e arancione sono altri due colori ‘opposti’ in tal senso. Uno distende, l’altro eccita: se dipingere le pareti di verde chiaro abbassa (volutamente, se sappiamo padroneggiare questi studi) il livello di stress dei dipendenti, un muro arancione probabilmente lo indurrà ad abbandonare la comfort zone, attivando delle sensazioni più forti.

Quali sono i colori migliori da utilizzare in un ufficio? Ovviamente, non esiste una risposta univoca. Ma conoscere le basi della psicologia cromatica, forse può aiutare ad avere un ambiente lavorativo più adatto al proprio business.

 

Master Gestione, Sviluppo ed Amministrazione delle Risorse Umane (in Aula oppure Online)

Il Personale a 360°, Selezione, Valutazione, Training, Contrattualistica, Busta Paga.

 


Contatta la Business School
Seguici su:

Seguici su:

Questo sito usa cookie, anche di terzi, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Procedendo con la navigazione accetti l'uso di tali cookie. Leggi Cookie Policy.