Economia e finanza, cosa fare dopo una laurea nel settore

Tra i percorsi accademici più ambiti, all’interno del panorama italiano (e non solo) ci sono sicuramente quelli in economia e finanza, due discipline molto affascinanti, che da sempre rivestono un ruolo egemone all’interno delle scelte degli studenti che si apprestano a intraprendere un cammino universitario.

Gli sbocchi occupazionali sono molteplici, la concorrenza nei due settori è piuttosto elevata. Se a ciò aggiungiamo la considerevole difficoltà intrinseca delle discipline, ci rendiamo conto di come sia necessaria un’Alta Formazione dopo una laurea in economia e finanza, e dopo aver acquisito titoli in percorsi afferenti.

Economia e finanza, cosa fare dopo l’università: gli sbocchi occupazionali

Studiare economia e finanza all’università è senza dubbio il primo passo da fare per intraprendere una carriera in uno di questi due settori (che, sebbene confusi dai meno esperti in materia, presentano differenze interessanti quanto marcate). L’importanza della formazione in tal senso è decisiva e cruciale: è un mondo, questo, in cui solo i professionisti più preparati riescono ad emergere e a soddisfare i loro obiettivi di carriera.

Una laurea in economia aumenta le possibilità occupazionali in molte aree, indipendentemente dall’azienda per la quale si intende lavorare e dal settore nel quale si intende intraprendere il proprio cammino. La domanda di laureati è forte nel mercato del lavoro in tutto il mondo. I percorsi di carriera vanno dall’area della contabilità a quella dell’analisi del rischio finanziario, dall’analisi dei dati a diversi ruoli nel settore pubblico.

Un discorso analogo è quello che possiamo fare per quanto riguarda, invece, gli sbocchi occupazionali di chi decide di studiare finanza. Dalla carriera in banca, a quella di analista finanziario, dal percorso di gestione del rischio finanziario alle carriere nell’accounting e nella pianificazione finanziaria.

Master dopo lauree in economia e finanza: perché formarsi per trovare lavoro

Ma, allora, se gli sbocchi occupazionali dopo una laurea nei settori dell’economia e della finanza sono tanti, perché continuare a investire nella propria formazione? Continuare a studiare anche dopo la laurea, sebbene non possa sembrare allettante, è in realtà il modo migliore per costruire una carriera di successo.

I motivi sono tanti. In primis, il fatto che molto spesso i corsi di laurea offerti dagli atenei italiani non risultano essere molto improntati a una caratterizzazione pratica; dunque, il neolaureato potrebbe essere sprovvisto delle skill operative per eccellere nel proprio settore. Inoltre, è provato che chi possiede nel proprio curriculum un Master di Alta Formazione aumenta la propria spendibilità occupazionale in maniera davvero considerevole.

È con l’intento di fornire un percorso di elevata caratura a chi consegue una laurea nella disciplina della finanza che nasce il Master in Finanza e Controllo di Gestione di Alma Laboris Business School. Programma didattico dalla caratterizzazione pratica, docenti professionisti del settore finanziario, e un Servizio Placement gratuito per l’inserimento nel mondo del lavoro della risorsa.

 

Master in Finanza e Controllo di Gestione

Una Visione Executive su Finanza, Budgeting, Reporting e Analisi con i più Moderni Sistemi Informativi


Si prega di digitare Nome e Cognome.
Si prega di inserire una Email.
Questo campo è Obbligatorio
Image

POTREBBE INTERESSARTI


Questo sito usa cookie, anche di terzi, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Procedendo con la navigazione accetti l'uso di tali cookie. Leggi Cookie Policy.