Resta Aggiornato!!!
Iscriviti al Blog per ricevere News e Approfondimenti dal Mondo del Lavoro

Si prega di inserire una Email.
Valore non valido
Image

POTREBBE INTERESSARTI


Pricing manager, cosa fa e quanto guadagna: skill e requisiti, stipendio e formazione

Pricing manager, cosa fa e quanto guadagna: skill e requisiti, stipendio e formazione

Una figura molto importante per le campagne di marketing, e in generale per le strategie di business: ecco chi è questo professionista

La politica e la strategia di posizionamento del prodotto nel mercato di riferimento, per diverse categorie di prodotto, può essere basata sul pricing, un elemento decisamente importante nella realizzazione di un piano marketing. Questo termine, che viene impiegato anche in altri ambiti, ha in questa fattispecie un significato ben preciso.

Le strategie di pricing delle migliori aziende sono spesso affidate a un pricing manager, una figura moderna che potrebbe permettere a un’organizzazione di compiere un salto di qualità nell’implementazione di un marketing plan. Vediamo insieme chi è e cosa fa nel suo lavoro: quali sono le mansioni che svolge, le skill che rientrano tra i requisiti, e lo stipendio che percepisce.

Cosa fa un pricing manager? Le mansioni che svolge nel suo lavoro

Uno dei responsabili che lavorano alla pianificazione strategica nell’area marketing delle aziende, che svolge un ruolo particolarmente delicato e importante, e il cui operato può determinare la riuscita di un intero marketing plan. Il pricing manager è uno specialista della materia, che ha particolari responsabilità collegate alla gestione dei prezzi dei prodotti dell’azienda.

Si tratta di un professionista che ha il fondamentale compito di determinare qual è il prezzo dei singoli beni o servizi commercializzati, tenendo in considerazione i costi che l’azienda sostiene per la loro realizzazione, e per le operazioni di spedizione e gestione della merce.

Questa figura è deputata allo sviluppo e all’implementazione delle cosiddette strategie di pricing, elemento definibile come l’insieme dei procedimenti con cui l’impresa o il venditore giungono a fissare il prezzo di vendita di un loro prodotto utilizzando procedure contabili o di altro tipo.

Tra le mansioni che un pricing manager svolge nel corso della sua attività quotidiana vi è, come detto, la direzione della formulazione della strategia di determinazione dei prezzi, ma anche la messa a punto delle azioni con cui realizzare gli obiettivi della strategia, ovvero la tattica del piano marketing, restando ovviamente nell’ambito del pricing.

Ciò avviene, nella pratica, con la gestione di database riguardanti i prezzi dei prodotti, con l’esecuzione di una valutazione finanziaria per valutare l'efficacia dell'azione dei prezzi, la definizione di procedure aziendali che riguardano la gestione della tariffazione, in linea generale, ma anche per i singoli prodotti.

Quanto guadagna un pricing manager? Stipendio medio

Le grandi responsabilità di cui sono rivestiti i pricing manager fanno sì che questi professionisti debbano ricevere una retribuzione adeguata alla particolare attività che svolgono presso le aziende.

Questa figura, come abbiamo accennato in precedenza, è tipicamente diffusa nelle grandi aziende, ma nelle piccole e medie imprese, in Italia, non sembra essere particolarmente impiegata. Ad ogni modo, nonostante la minore quantità di informazioni presenti in Rete, possiamo affermare che lo stipendio medio di un pricing manager in Italia è di circa 30mila euro annui. Tuttavia, questa cifra vale in relazione all’esperienza della figura, che a seconda degli anni in cui ha lavorato nel settore, può permettere al pricing manager di percepire una retribuzione maggiore.

Negli altri Paesi, in particolar modo negli USA dove questa figura sembra molto diffusa, lo stipendio di un pricing manager può essere due volte maggiore, o anche oltre, la retribuzione media in Italia.

Master per pricing manager, requisiti e percorso di formazione ideale

Tra le skill più richieste per un pricing manager di successo vi sono certamente la spiccata capacità di avere una visione chiara per ciò che si vuole realizzare per l'azienda a breve e lungo termine, con un pensiero che abbini la capacità di formulare strategie di pricing a quella di implementarle in tattiche che risultino vincenti. Il particolare interesse per il commercio deve essere interamente concentrato sul consumatore, e sulle sue esigenze.

Sebbene l’esperienza sia davvero fondamentale per svolgere al meglio il lavoro di pricing manager, frequentare un percorso di alta formazione può essere la scelta ideale per la carriera di questo professionista. Il Master in Export Management della Business School Alma Laboris dedica all’interno del suo programma didattico, articolato in sezioni gestite da una faculty di docenti formata da professionisti del settore, ampio spazio a questa figura professionale.

Il pricing manager potrà usufruire del servizio placement gratuito, un’opzione per lo sviluppo della sua carriera tramite attività di career coaching orientate all’inserimento del professionista in un network di aziende e recruiter. Previste agevolazioni sul costo del Master per iscrizione anticipata.

 

Ti piacerebbe specializzarti ed entrare nel Settore Import / Export?

Master e Carriere in Export Management e Commercio Internazionale

 


Contatta la Business School
Seguici su:

Seguici su:

Questo sito usa cookie, anche di terzi, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Procedendo con la navigazione accetti l'uso di tali cookie. Leggi Cookie Policy.