Marketing farmaceutico

Marketing farmaceutico, quali media sono stati usati per fare pubblicità nel 2020?

La salute è stata al centro della scena nel 2020 e i professionisti del marketing farmaceutico hanno agito di conseguenza.

”Industria

Sarebbe inimmaginabile, del resto, ignorare l’importanza della creazione di valore attorno ai brand del settore, ai prodotti che commercializzano, ai servizi che offrono. Nonostante ci sia chi ha tagliato i budget pubblicitari, la pubblicità del marchio farmaceutico ha resistito e ha anzi registrato un aumento della spesa da parte dei brand.

Si calcola, infatti, che nel 2020 la spesa pubblicitaria farmaceutica totale ha superato i 6,58 miliardi di dollari, secondo i dati misurati da Kantar, società di analisi dei dati e consulenza sul marchio aziendale, che ha condotto un’indagine su come hanno creato valore attorno al proprio brand.

Marketing farmaceutico, il ruolo della tv resta egemone: riguarda il 75% della spesa

Ma quali sono i media che sono stati usati per fare pubblicità nel 2020? Una prima informazione che emerge è che le aziende farmaceutiche hanno spostato dollari da alcuni canali pubblicitari ad altri. Per la precisione, secondo Kantar, la spesa farmaceutica per il video digitale, desktop e mobile, è aumentata del 43%, mentre i canali di stampa sono diminuiti del 16%.

Per quanto riguarda, invece, la cosiddetta pubblicità out-of-home, qualsiasi mezzo di pubblicità visiva che si trova al di fuori delle case dei consumatori (cartelloni e insegne, annunci sull'arredo urbano come pensiline o panchine degli autobus ecc.), questa ha avuto un calo addirittura dell’81%.

Resta egemone il ruolo della tv, per la quale è stato speso un importo di 4,58 miliardi di dollari, un enorme 75% della spesa totale. Tuttavia, se aiuta a mantenere il proprio pubblico, per raggiungere un target specifico, ristretto per parametri come posizione, età, sesso e preferenze dei media, vengono invece utilizzati strumenti come video digitale, banner, e in generale altri strumenti di digital marketing.

Tuttavia, emerge – quasi a sorpresa – come i nuovi mezzi di comunicazione siano ancora poco utilizzati. Infatti, stando a quanto riportato nell’analisi, primi cinque inserzionisti - Pfizer (55 milioni di dollari), GlaxoSmithKline (48 milioni di dollari), Allergan (19 milioni di dollari), Merck (16 milioni di dollari) e Novartis (14 milioni di dollari) - aggiungerebbero solo 152 milioni di dollari al conteggio totale, una quota sicuramente minoritaria rispetto a quanto totalizzato dal mezzo televisivo. Che, ancora una volta, come detto, fa ancora la voce grossa.

 

 

 

Hai mai pensato di fare Carriera nel Settore Farmaceutico?

Master Management e Marketing dell'Industria Farmaceutica

 


Si prega di digitare Nome e Cognome.
Si prega di inserire una Email.
Questo campo è Obbligatorio
Image

POTREBBE INTERESSARTI


Questo sito usa cookie, anche di terzi, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Procedendo con la navigazione accetti l'uso di tali cookie. Leggi Cookie Policy.