Formazione e Carriere: Approfondimenti, News e Tendenze dal Mondo del Lavoro


 
Resta Aggiornato!!!
Iscriviti al Blog per ricevere News e Approfondimenti dal Mondo del Lavoro

Si prega di inserire una Email.
Valore non valido
Image

POTREBBE INTERESSARTI


Incentivi per 50 milioni per le aziende che vogliono produrre dispositivi medici e di protezione individuale

Incentivi per 50 milioni per le aziende che vogliono produrre dispositivi medici e di protezione individuale

Gli ultimi provvedimenti del governo, approvati dalla Commissione UE, sostengono le imprese che vogliono ampliare o riconvertire la propria attività per assolvere lo scopo.

 

La produzione e la fornitura di dispositivi medici e di protezione individuale al centro delle priorità del Paese per quanto riguarda l’industria medica e farmaceutica. Sono partiti dalla scorsa settimana i nuovi incentivi previsti dalle ultime disposizioni del Governo italiano.

Si tratta di fondi per 50 milioni di euro, che serviranno a sostenere le aziende italiane che vogliono ampliare o riconvertire la propria attività nella produzione di dispositivi come ventilatori, mascherine, occhiali, camici e tute di sicurezza.

Le risorse, la cui autorizzazione dalla Commissione Europea è arrivata in tempi brevi, sono gestite da Invitalia, l’Agenzia per lo sviluppo, per conto del Commissario Straordinario per l’Emergenza Domenico Arcuri. Lo sportello per le domande è aperto dal 26 marzo; con un iter di valutazione di massimo cinque giorni, gli incentivi saranno assegnati alle aziende.

La partecipazione è aperta a tutte le imprese, di tutte le dimensioni, costituite in forma societaria, localizzate sull’intero territorio nazionale, che dovranno realizzare un programma di investimenti, di valore compreso tra 200mila e 2 milioni di euro. Quest’ultimo sarà agevolato fino al 75% con un prestito a tasso zero. Sono escluse dal progetto le ditte individuali e le partite IVA.

Si tratta di un mutuo agevolato, che può diventare a fondo perduto in alcune condizioni, dipendenti dalla velocità di intervento. Qualora l’investimento fosse completato in 60 giorni, ci sarebbe il 25% di fondo perduto; se viene invece completato in 30 giorni, il fondo perduto sarà del 50%. Qualora si riuscisse a completare l’investimento in soli 15 giorni, il mutuo sarà al 100% di fondo perduto.

È previsto un anticipo del 60% della spesa senza garanzie al momento dell’accettazione del provvedimento di ammissione alle agevolazioni. Il saldo arriverà a conclusione degli investimenti.

 

Hai mai pensato di fare Carriera nel Settore Farmaceutico?

Scopri come la Business School ti qualifica nel mondo del lavoro.

 


Contatta la Business School
Seguici su:

Questo sito usa cookie, anche di terzi, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Procedendo con la navigazione accetti l'uso di tali cookie. Leggi Cookie Policy.