Formazione e Carriere: Approfondimenti, News e Tendenze dal Mondo del Lavoro


 
Resta Aggiornato!!!
Iscriviti al Blog per ricevere News e Approfondimenti dal Mondo del Lavoro

Si prega di inserire una Email.
Valore non valido
Image

POTREBBE INTERESSARTI


Cerca farmaco equivalente

Cerca farmaco equivalente: come trovare medicinali per principio attivo

Tutto ciò che serve sapere per effettuare una corretta ricerca di farmaci generici equivalenti a quelli ‘di marca’.

Sempre più italiani ne fanno uso, soprattutto al Nord. Sono contrapposti ai farmaci di marca, ai quali sono accomunati dal fatto di possedere lo stesso principio attivo. Stiamo parlando dei cosiddetti farmaci equivalenti, dei medicinali che vengono altresì definiti generici proprio perché non branded. Ma che cosa sono, e soprattutto, come si fa a cercare un farmaco equivalente online? Ecco come fare a trovare i medicinali in base al loro principio attivo.

 

Che cos’è un farmaco equivalente? Definizione ufficiale Aifa

cerca farmaco equivalentePrima di proseguire, cerchiamo di fare chiarezza su questo argomento del quale molti italiani non sono informati in maniera corretta e completa. A fornire una definizione ufficiale della nozione di farmaco equivalente ci ha pensato la stessa Aifa, che in un’apposita pagina del proprio portale ha dedicato spazio a questa particolare tematica dell’ambito medico e farmaceutico.

Quando si parla di farmaci equivalenti, ci si riferisce a medicinali che hanno, in tutto e per tutto, la medesima composizione qualitativa e quantitativa in sostanze attive e la stessa forma farmaceutica di un medicinale cosiddetto di riferimento, quello che spesso definiamo come ‘farmaco di marca’.

La stessa Aifa insiste in maniera decisa su questo punto, e in particolar modo sulla terminologia da utilizzare per essere il più chiari possibile nei confronti dei cittadini e di tutti coloro i quali siano interessati a saperne di più sui farmaci equivalenti. Il termine ‘generico’, infatti, viene considerato particolarmente negativo perché “viene percepito dal comune cittadino come simile ma non uguale al medicinale di riferimento indicato per la stessa patologia”.

Farmaci equivalenti: funzionano? Cosa cambia dai farmaci di marca?

Molto spesso, i consumatori si pongono alcune domande circa il reale funzionamento di un farmaco equivalente. I dubbi principali, potremmo dirlo con una certa convinzione, riguardano l’efficacia dei farmaci equivalenti rispetto ai farmaci di riferimento. Nonostante una scarsa conoscenza dell’argomento potrebbe indurre chi si imbatte in un farmaco equivalente a pensare che la sua efficacia sia minore di quella di un farmaco di marca, alcune precisazioni da fonti governative smentiscono categoricamente questa ipotesi.

I farmaci equivalenti, infatti, devono rispettare gli stessi standard e controlli di qualità, efficacia e sicurezza previsti per tutti gli altri medicinali. Dunque, un farmaco di riferimento attraverserà lo stesso ‘percorso’ di un farmaco equivalente, in ogni sua fase.

È per questa ragione che un farmaco può essere definito equivalente solo e unicamente nel caso in cui gli studi di bioequivalenza effettuati su di esso dimostrano in maniera certa che, a parità di dose, a parità di concentrazione nel sangue, i profili di un farmaco equivalente e di un farmaco di marca possano essere sovrapposti senza che emergano delle differenze. Lo studio è mirato proprio a confrontare in maniera immediata la biodisponibilità di due medicinali, data dalla quantità di prodotto che circola nel sangue del paziente dopo una somministrazione, e dalla velocità in cui avviene la circolazione.

Dunque, possiamo ragionevolmente affermare che il farmaco equivalente funziona allo stesso modo di un farmaco di marca. Un farmaco generico ha un costo inferiore almeno del 20% rispetto al farmaco di riferimento, poiché è la diretta conseguenza della scadenza del brevetto del principio attivo del medicinale cosiddetto originatore. 

Cerca farmaco equivalente: ecco dove trovare medicinali generici

Trovare un farmaco equivalente non è affatto complicato grazie all’ausilio di appositi motori di ricerca online. Esistono, infatti, portali creati in maniera precipua per soddisfare questo bisogno dei consumatori, al fine di diffondere la conoscenza sull’argomento, e di rendere disponibili a tutti le informazioni su questa materia sulla quale, come detto, c’è ancora diffidenza.

A tal proposito, segnaliamo il portale “Io Equivalgo”, frutto di un’iniziativa realizzata in collaborazione con diversi enti e svariate associazioni, e patrocinata dalla stessa Aifa. Questo sito, disponibile nelle versioni in italiano e in inglese, mette a disposizione degli utenti un database di farmaci equivalenti al quale fare riferimento.

Prima di utilizzare lo strumento, il portale invita il consumatore a consigliarsi sempre con il proprio medico e/o con il proprio farmacista di fiducia, al fine di compiere qualsiasi scelta ed effettuare qualsiasi ricerca con piena consapevolezza. La prima schermata che comparirà all’utente è quella di ricerca: si potrà cercare il farmaco per nome e per principio attivo. Nel caso dei farmaci equivalenti è più interessante la seconda opzione, che permette di avere come risultati tutti quei medicinali che sono bioequivalenti ai farmaci di riferimento.

 

Hai mai pensato di fare Carriera nel Settore Farmaceutico?

Scopri come la Business School ti qualifica nel mondo del lavoro.

 


Contatta la Business School
Seguici su:

Questo sito usa cookie, anche di terzi, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Procedendo con la navigazione accetti l'uso di tali cookie. Leggi Cookie Policy.