Master internazionalizzazione delle imprese: percorso per export manager

Master internazionalizzazione delle imprese

L’internazionalizzazione delle imprese è uno dei fenomeni caratterizzanti di un mondo sempre più interconnesso come il nostro. La richiesta di export manager e di professionisti che si occupano di queste attività è sempre più elevata.

La scelta migliore per una risorsa di questo settore è senza dubbio quella di frequentare un master in Internazionalizzazione delle Imprese. Ecco quale percorso per export manager scegliere per fare carriera in questo ambito.

Perché frequentare un percorso di alta formazione sull’argomento

Un contesto in cui gli scambi di beni e servizi tra realtà presenti in Paesi differenti presentano un flusso sempre più elevato, con la penetrazione in mercati diversi che porta un’azienda a crescere al di là dei propri confini, cercando di espandere il proprio business in maniera decisiva per il raggiungimento degli obiettivi. Vediamo insieme quali sono i criteri per scegliere un master in Internazionalizzazione delle Imprese valido per il proprio sviluppo di carriera.

Internazionalizzazione delle imprese, cos’è e cosa significa

Vediamo insieme che cos’è l’internazionalizzazione delle imprese, e cosa significa questa espressione. Una definizione efficace è quella che vede questa disciplina come il complesso delle attività che un’azienda compie per avviare, sviluppare e terminare un processo di apertura ed espansione delle imprese al di fuori del proprio mercato nazionale, che implica l’adattamento ad altri mercati, raggiungibile attraverso l’instaurazione di rapporti con realtà site in altri territori.

Cercare e attaccare nuovi mercati, creare nuovi rapporti con le imprese, sviluppare rapporti con clienti e istituzioni: alcuni esperti definiscono l’internazionalizzazione delle imprese come il processo attraverso il quale le imprese si aprono a nuovi mercati esteri, instaurando rapporti con altre aziende, consumatori e istituzioni operanti sui quei territori, allo scopo di vendere, produrre, acquistare materie prime, o trovare nuove fonti di finanziamento.

Quali vantaggi comporta questa pratica

Tra i vantaggi derivanti da una corretta internazionalizzazione dell’impresa vi è senza dubbio l’aumento del giro del business dell’azienda. Le vendite, infatti, dipendono sia dalla competitività dell’azienda stessa, sia dalla dimensione del mercato a cui essa si rivolge. Inoltre, la diversificazione del rischio: esportare riduce la dipendenza dell’azienda da un unico mercato, e dunque permette all’organizzazione di evitare di riferirsi a un solo sbocco per fare dei profitti.

Creare opportunità di crescita diversificando i mercati, scoprendo e adottando prodotti, servizi, metodi di distribuzione diversi dai consueti adottati nel paese di origine, permette all’azienda di allargare i propri orizzonti, trovare nuovi modi per fare business, e in generale migliorarsi.

Quale Master in Internazionalizzazione delle Imprese frequentare per fare carriera

Frequentare un Master sull’internazionalizzazione delle imprese è importante per farsi trovare pronti ad affrontare la grande sfida delle aziende del contesto attuale: esplorare mercati esteri allo scopo di vendere, o di trasferire alcune delle proprie strutture (o la totalità di esse) all’interno di sistemi differenti da quello di origine. Una tematica complessa, in cui formarsi alla perfezione è fondamentale, per la difficoltà intrinseca della disciplina così come per l’elevata concorrenza delle altre risorse.

Quale percorso di Alta Formazione sull’internazionalizzazione delle imprese scegliere? In questo campo è indispensabile dotarsi di competenze di tipo pratico, che riescano ad affiancare, in maniera efficacemente complementare, le conoscenze acquisite in un percorso universitario, o comunque nel background formativo della risorsa.

L’esigenza delle aziende di ricercare con sempre maggiore frequenza professionisti altamente qualificati, e che hanno acquisito col tempo e con le mutazioni del mercato una rilevanza sempre più elevata all’interno dei processi aziendali, impone dunque la creazione e lo sviluppo di percorsi Executive, dal programma didattico approfondito e dalla Faculty Docenti di elevata caratura.

Master Export Management: il percorso con Placement gratuito

Il Master in Export Management di Alma Laboris Business School è un percorso di spicco, riconosciuto dal mondo del lavoro per la sua peculiare validità, che prepara il discente a vivere il mondo del lavoro quotidianamente e a occuparsi di ogni aspetto che riguarda la gestione dell’export in un’azienda. La scelta migliore per il neolaureato che cerca di inserirsi nel mondo del lavoro e di fare una prima esperienza in un contesto professionale, così come per il professionista che intende formarsi in maniera adeguata, o per il manager che vuole portare nella propria azienda un bagaglio di conoscenze e skill accresciuto.

Il programma didattico del Master in Export Management di Alma Laboris dedica ampio spazio alla tematica dell’internazionalizzazione delle imprese, trattata con grande varietà di esercitazioni e case study, che del resto contraddistinguono l’operato di tutta l’organizzazione didattica. Completa il valore del percorso un Servizio Placement gratuito per la massimizzazione della spendibilità professionale della risorsa.

Gli esperti del Cooming Job erogano un’attività complessa, personalizzata per il singolo discente e per consentirgli di spendere al meglio il suo profilo. La promozione funzionale dei profili avviene in maniera attiva e personalizzata, verso un network di oltre 6000 Aziende tra realtà italiane e multinazionali, che vengono costantemente sollecitate a valutare l’interesse a incorporare nei propri organici i Partecipanti del Master.

 

 

 

 

Scarica
La Brochure

Digita il tuo Nome*
Digita il tuo Cognome
Digita una Email valida
Digita un numero di Telefono Valido
Acconsento

Risorse dal Master Export

Opportunità

Press Area

Publish modules to the "offcanvs" position.