Master Project Management

Master in Project Management

Gestire Progetti Predictive, Agile e Hybrid secondo i Principali Framework e Metodologie Internazionali
ROMA - MILANO - TORINO - PADOVA - BOLOGNA

Programma Didattico del Master

MODULO 1: PREDICTIVE PROJECT MANAGEMENT BASE


OBIETTIVI:
Questo primo modulo si focalizza sui concetti di base della disciplina del Project Management. Fornirà gli strumenti utili per orientarsi tra framework e metodologie, per poi approfondire il tema della pianificazione dei progetti in contesti statici.
CONTENUTI:

• CONCETTI INTRODUTTIVI
   ॰ Definizioni di base: progetto e processo
   ॰ Fasi e ciclo di vita dei progetti
   ॰ Project Integration Management
   ॰ Stakeholders di progetto
   ॰ Competenze del Project Manager
   ॰ Modelli Organizzativi Funzionale, Divisionale, a Matrice, Progettizzato & PMO
   ॰ Integration Management e Ciclo di vita del Progetto
   ॰ Knowledge Areas e Process Groups
   ॰ Project Charter vs Project Plan

• VALUTAZIONE DELL’INVESTIMENTO DI PROGETTO
   ॰ Business Case e indicatori economici: NPV, PBP, IRR, BCR
   ॰ Benefit Management Plan

• PIANIFICAZIONE DEL PROGETTO
   ॰ SCOPE MANAGEMENT
      · Definizione dello Scope
      · Scomposizione dello Scope
      · WBS: Work Breakdown Structure
      · Identificazione dei Work Package
   ॰ SCHEDULE MANAGEMENT
      · Definizione attività e relazioni
      · Strumenti per ordinare le attività
      · Tecniche reticolari
      · CPM: Critical Path Method
      · PDM: Precedence Diagramming Method
      · Approccio probabilistico: PERT e Montecarlo
      · Risoluzione delle Overallocation
      · Tecniche di Compression: Crashing & Fast Tracking
      · Diagrammi di Gantt
   ॰ COST MANAGEMENT
      · Strumenti e tecniche per la quantificazione dei costi
      · Stime top-down e bottom-up
      · La baseline dei costi o curva ad S
      · Analisi economica e finanziaria
      · Redditività e flussi di cassa
      · Considerazioni finanziarie e termini di pagamento

MODULO 2:  PREDICTIVE PROJECT MANAGEMENT AVANZATO


OBIETTIVI:
Col modulo 2 si prosegue l’approfondimento sul tema del Project Management predittivo. I temi trattati saranno il controllo del progetto, la gestione delle risorse, acquisti e qualità, comunicazione e stakeholders, andando così a completare l’ambito dei progetti “waterfall”.
CONTENUTI:

• PROJECT CONTROL
   ॰ Individuazione degli scostamenti dal piano di progetto
   ॰ Registrare tutte le variazioni nella baseline
   ॰ Prevenire le variazioni incorrette, indesiderate e non autorizzate
   ॰ Strumenti e tecniche: Earned Value Management (EVM)
   ॰ Indicatori di performance e trend delle varianze
   ॰ Cost Variance, Schedule Variance
   ॰ Cost Permformance Index, Schedule Performance Index
   ॰ Previsioni a finire e forecasting di progetto
   ॰ Estimation At Completion, Estimation To Completion, TCPI
   ॰ Implicazioni di natura tecnologica, metodologica, organizzativa

• RESOURCE MANAGEMENT
   ॰ Individuazione delle risorse coinvolte nel progetto
   ॰ Persone, strumenti, materiali
   ॰ Human Resource Management e Matrici RACI
   ॰ La Leadership nei Project Team
      · Aspetti motivazionali di membri del project team
      · Ciclo di vita del project team e leadership situazionale
      · Gestione dei conflitti
      · Negoziazione

• PROCUREMENT MANAGEMENT
   ॰ Tipologie contrattuali da utilizzare con i fornitori
   ॰  Service Level Agreement

• COMMUNICATION MANAGEMENT
   ॰ Modello della comunicazione
   ॰ Comunicazione interactive, push, pull

• STAKEHOLDER MANAGEMENT
   ॰ Identificazione degli Stakeholders
   ॰ Stakeholder Engagement Plan
   ॰ Gestione, monitoraggio e controllo degli stakeholders

• QUALITY MANAGEMENT
   ॰ Definizione del Quality Management Plan
   ॰ Il Cost of Quality
   ॰ Audit e Ispezioni

MODULO 3: LA GESTIONE DEI RISCHI NEI PROGETTI


OBIETTIVI:
Non esistono progetti esenti da rischi. Ecco perché un intero modulo verrà dedicato al Risk Management. Tema importante che se non gestito adeguatamente può fare la differenza tra il successo o il fallimento delle nostre iniziative.
CONTENUTI:

• Concetti generali
• Livello di rischio ed elementi che caratterizzano il rischio
• Pianificazione della gestione dei rischi
• Tecniche di identificazione dei rischi e Risk Register
   ॰ Brainstorming vs Delphi
   ॰ SWOT Analysis
   ॰ Ishikawa
   ॰ Risk Breakdown Structure vs Affinity Diagram
   ॰ Close Out vs Check List
   ॰ Simulatori, prototipi, mock up
• Analisi quantitativa e qualitativa dei rischi
   ॰ Tabella di correlazione
   ॰ Matrice dei rischi/opportunità
   ॰ Decision Trees
   ॰ Rating vs Ranking
   ॰ Documentazione
• Modalità di gestione dei rischi negativi e positivi
• Esecuzione, Monitoraggio e Controllo della gestione dei rischi
• Casi di successo e di fallimento nella gestione dei rischi

MODULO 4: AGILE PROJECT MANAGEMENT


OBIETTIVI:
Il mondo del lavoro è sempre più caratterizzato da Volatility, Uncertainty, Complexity ed Ambiguity. In poche parole si può dire che è sempre più V.U.C.A. Gestire l’incertezza ed il cambiamento nei progetti è il focus di questo modulo: verrà approfondito il tema dell’Agile Project Management per apprezzarne analogie e differenze rispetto al framework predittivo, con approfondimenti  su metodologie/strumenti più utilizzati nei contesti lavorativi (Scrum, Kanban).
CONTENUTI:

• Contesti VUCA: Volatility, Uncertainty, Complexity, Ambiguity
• Il manifesto Agile
• Le 5 fasi di gestione di un progetto Agile
• Il Framework Scrum
  
॰ Scrum Pillars: Transparency, Inspection, Adaptation
   ॰ Scrum Events: Sprint, Sprint Planning, Daily Scrum, Sprint Review, Sprint
      Retrospective
   ॰ Scrum Team: Product Owner, Developement Team, Scrum Master
   ॰ Scrum Artifacts: Product Backlog, Sprint Backlog, Increment
   ॰ Definition of Done
• L’uso del Kanban insieme a Scrum
   ॰ WIP (Work In Progress)
   ॰ Cycle Time
   ॰ Work Item Age
   ॰ Throughput
   ॰ Legge di Little
   ॰ 4 Kanban Practices
• Agile scalato per progetti di grandi dimensioni

MODULO 5: STRUMENTI INFORMATICI A SUPPORTO DEI PROGETTI


OBIETTIVI:
Durante questo modulo sarà possibile vedere concretamente come alcuni strumenti informatici possono aiutare a gestire alcuni degli aspetti più importanti della gestione dei progetti. Sarà l’occasione per avere una panoramica delle principali soluzioni che offre il mercato e verranno fatte delle esercitazioni con strumenti free.
CONTENUTI:

• Utilizzo del software per la gestione della Conoscenza
   ॰ Sistemi di codifica documentale
   ॰ Archiviazione documentale
   ॰ Lessons Learned e Close Out Register
• Utilizzo del software per gestione di Tempi, Risorse e Costi
   ॰  Pianificazione delle attività
   ॰ Attribuzione delle risorse e programmazione a risorse finite
   ॰ Pianificazione dei costi
   ॰ Controllo stato avanzamento lavori
   ॰ Reportistica
• Utilizzo del software per la gestione dei Rischi
   ॰ Definizione di un Risk Register
   ॰ Prioritizzazione dei rischi
   ॰ Aggiornamento dei Risk Register
   ॰ Controllo del budget per la gestione dei rischi
   ॰ Gestione delle Contingency
• Utilizzo del software per la gestione dei Kanban
   ॰ Strumenti web per la gestione di Kanban condivisi tra gruppi di lavoro
• Utilizzo del software per il VIRTUAL TEAM
  
॰ Community e Social aziendali
   ॰ App per personal device

MODULO 6: SVILUPPO DI UN PROJECT CHARTER / PLAN


OBIETTIVI:
Il modulo è caratterizzato dall’elaborazione di un Project Work di gruppo, concernente lo sviluppo di un Project Charter/Plan.
L'esercitazione, che durerà una giornata intera, vedrà la suddivisione della classe in Team di progetto, ognuno dei quali sarà chiamato a sviluppare un vero e proprio Project Charter/Plan.
CONTENUTI:

La prova è finalizzata a mettere in pratica quanto appreso nei moduli precedenti, redigendo una corretta documentazione di progetto e apprendendo concretamente le analogie e differenze tra Project Charter e Plan.
Il Project Work costituirà, inoltre, un'utile premessa per il successivo lavoro individuale sul Progetto di Specializzazione.

MODULO 7: CERTIFICAZIONI - LINEE GUIDA E SIMULAZIONI ESAMI


OBIETTIVI:
Per consentire ai Partecipanti di approcciarsi con maggior sicurezza agli Esami per il conseguimento delle diverse Certificazioni, il Master prevede (in una intera giornata), una Sessione di simulazione degli Esami PMP, CAPM, PSM, PSK.
Tutte le domande verranno commentate in plenaria insieme ai Docenti, così da meglio approfondire i contenuti e le dinamiche degli Esami.
CONTENUTI:

• Guida a Credenziali e Certificazioni
   ॰ Legge 4/2013
   ॰ Norme UNI ISO 21500, UNI 11648
   ॰ PMP, CAPM, PRINCE2, IPMA, PSM, PSK, PM2

• Simulazioni d’esame
   ॰ Simulazione dell’esame PMP / CAPM
   ॰ Simulazione dell’esame PSM
   ॰ Simulazione dell’esame PSK













Contatta la Business School
Seguici su:

Seguici su:

Questo sito usa cookie, anche di terzi, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Procedendo con la navigazione accetti l'uso di tali cookie. Leggi Cookie Policy.