Google E-A-T, cos’è e cosa significa per la SEO del 2021

Google E-A-T, cos’è e cosa significa per la SEO del 2021

Se domani dovessimo dare un premio a Google, quale sarebbe? E, soprattutto, quale sarebbe la motivazione per la quale possiamo insignirlo di un riconoscimento? A un primo sguardo, potremmo premiarlo per le cose che fa.

Altrettanto probabilmente, per i bisogni che soddisfa. Il modo in cui lo fa è peculiare, forse unico: dare al consumatore – utente, pardon – esattamente il risultato di ricerca che vuole. Lo stabilisce con quello che è ormai da un paio di anni conosciuto come Google E-A-T, il paradigma che il motore di ricerca più popolare di sempre utilizza per valutare i siti web e determinare (almeno in parte) la loro posizione nelle SERP.

Cos’è Google E-A-T e cosa significa per la SEO dei siti web

Expertise, Authoritativeness, Trustworthiness. Questo il significato della sigla E-A-T, il mantra che rappresenta i tre parametri fondamentali in base ai quali Google invita i propri quality raters a valutare i contenuti presenti sul Web.

Si tratta del metodo di ricerca che Big G utilizza per stabilire la qualità delle pagine, e che serve ad orientare il lavoro dei valutatori per conto del motore di ricerca. La traduzione italiana delle tre parole è Esperienza, Autorevolezza, Affidabilità.

Lampante come Google, con l’introduzione – il cui processo è iniziato nell’ormai lontano 2015 – di quello che è un vero e proprio paradigma da seguire (per tutti, siti web e valutatori), abbia deciso di premiare i portali che seguano questi parametri.

Google E-A-T nel 2021, come funziona: i parametri da tenere d’occhio

Come dichiarato dallo stesso Google ai valutatori, “il primo step per valutare la qualità della pagina è capire il vero scopo della pagina. I siti o le pagine senza alcun tipo di fine utile dovrebbero ricevere il rating più basso. Per tutte le altre pagine che hanno un fine utile, la quantità di esperienza, autorevolezza e affidabilità (E-A-T) è molto importante”.

Attenzione, però: guai a considerare, leggendo queste parole, il paradigma come qualcosa di secondario. Piuttosto, sarebbe utile conoscere in che modo utilizzare al meglio E-A-T per migliorare il posizionamento del proprio sito web nel motore di ricerca.

Una tecnica molto efficace è senza dubbio quella di ‘rispondere’ alle domande che Google suggerisce a chi produce contenuti di porsi, ogni giorno. Ne citiamo alcune a titolo esemplificativo:

  • Il contenuto contiene informazioni, rapporti, ricerche o analisi originali?
  • Il titolo o il titolo della pagina è corrispondente al testo del contenuto?
  • Questo contenuto è stato scritto da un esperto o un appassionato che dimostri che conosce bene l'argomento?
  • Il contenuto è stato prodotto bene? Ci sono degli errori?

Una buona strategia per utilizzare Google E-A-T nel 2021 è quella di assicurarsi, appunto, che il contenuto sia stato prodotto da un esperto o da esperti del settore di cui si parla. Far sì che la voce principale dei propri contenuti sia la persona di maggior successo e conosciuta possibile è importante per aumentare l’affidabilità del sito.

Un mantra che non passerà mai di moda è quello di far sì che il proprio sito ottenga link da parte di siti autorevoli, e menzioni sui canali di social media. Queste aiutano a guidare i parametri di E-A-T e sono riconosciute dai robot di ricerca, rappresentando forse uno dei modi migliori per far sì che il punteggio salga.

È molto importante considerare come questi parametri viaggino a braccetto: l’esperienza del sito, molto spesso, si costituisce producendo contenuti affidabili; saranno questi ultimi a costruire, nel tempo, l’autorevolezza del portale.

 

 

 

Master Digital Marketing & Omnichannel Strategy Management

L'approccio manageriale al mondo Digitale, ovvero la gestione delle Strategie Omnichannel

 


Si prega di digitare Nome e Cognome.
Si prega di inserire una Email.
Questo campo è Obbligatorio
Image

POTREBBE INTERESSARTI


Questo sito usa cookie, anche di terzi, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Procedendo con la navigazione accetti l'uso di tali cookie. Leggi Cookie Policy.