Export agroalimentare italiano

Export agroalimentare italiano, un altro record storico: 64 miliardi nel 2023

Nel 2023, il settore agroalimentare italiano ha raggiunto un traguardo storico, con un valore di export che ha toccato i 64 miliardi di euro. Questo rappresenta un incremento del 6% rispetto all'anno precedente, secondo le proiezioni di Coldiretti basate sui dati Istat.

L'Unione Europea rimane il principale mercato per i prodotti agroalimentari italiani, assorbendo circa due terzi delle esportazioni. Germania, Francia e Stati Uniti emergono come i partner commerciali più significativi, nonostante una leggera contrazione delle spedizioni verso gli USA nel 2023.

L'Italia si distingue come leader europeo nel settore biologico, vantando 80.000 operatori e la maggior quantità di specialità Dop/Igp/Stg riconosciute (325). Inoltre, con 526 vini Dop/Igp e 5547 prodotti alimentari tradizionali, l'agricoltura italiana dimostra la sua dedizione alla qualità e alla tradizione.

La Coldiretti evidenzia che i cibi e le bevande Made in Italy sono decisamente più sicuri rispetto a quelli stranieri, con un minor numero di residui chimici irregolari. Il rapporto di Efsa del 2023 mostra che solo il 6,4% dei prodotti importati superava i limiti legali di residui chimici, contro lo 0,6% dei prodotti nazionali.

Il settore agroalimentare italiano è un motore economico significativo, con 4 milioni di lavoratori impegnati in 740.000 aziende agricole, 70.000 industrie alimentari, oltre 330.000 realtà della ristorazione e 230.000 punti vendita al dettaglio. Questa vasta rete ha garantito un continuo approvvigionamento di prodotti alimentari ai consumatori italiani, nonostante le sfide poste dalla pandemia e dalle tensioni internazionali.

Image


POTREBBE INTERESSARTI


Cookie Privacy

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.