Export Made in Italy

Export italiano, quali sono i principali Paesi con cui abbiamo rapporti nel 2020?

L’export italiano, ancora una volta baluardo dell’economia nazionale. Le esportazioni di beni e servizi verso altri Paesi rappresentano un fattore fondamentale per la crescita del nostro tessuto.

Anche durante la pandemia: nonostante le difficoltà legate allo spostamento delle merci da un Paese all’altro e alle restrizioni che hanno penalizzato molti canali di vendita, le esportazioni dei prodotti agroalimentari italiani hanno registrato, nel solo 2020, un balzo in avanti del 2,5%.

Quali sono i principali Paesi con cui abbiamo rapporti commerciali? A dirlo sono dati frutto di elaborazioni Sace su dati Istat, che raccontano di una top five, per certi versi, alquanto prevedibile, per altri meno: Germania, Francia, Stati Uniti, Regno Unito e Giappone sono le prime cinque destinazioni dell’export.

Nello specifico, le bevande rappresentano il prodotto di punta, con i vini in testa: sono infatti la categoria più venduta nei Paesi di Germania (1,5 miliardi di euro nel 2020), Usa (2,2 miliardi), Regno Unito (1 miliardo). Vere e proprie eccellenze settoriali, che ci permettono di occupare un ruolo di spicco, e che vengono trainate anche dalle ultime iniziative Sace.

Nel solo 2020, la società ha mobilitato 1,2 miliardi di risorse per l'agroalimentare, ai fini del sostegno alle imprese e della promozione dello sviluppo del sistema Paese. A supporto di ciò, il dato per cui la proiezione della crescita del commercio alimentare made in Italy è dell’8,5%.

 

Ti piacerebbe specializzarti ed entrare nel Settore Import / Export?

Master e Carriere in Export Management e Commercio Internazionale


Si prega di digitare Nome e Cognome.
Si prega di inserire una Email.
Questo campo è Obbligatorio
Image

POTREBBE INTERESSARTI


Questo sito usa cookie, anche di terzi, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Procedendo con la navigazione accetti l'uso di tali cookie. Leggi Cookie Policy.