Resta Aggiornato!!!
Iscriviti al Blog per ricevere News e Approfondimenti dal Mondo del Lavoro

Si prega di inserire una Email.
Valore non valido
Image

POTREBBE INTERESSARTI


Marchio DOC: significato dell'espressione, come si ottiene

È stata una delle denominazioni più ambite dalle società che operano nel campo dell’enologia. Ha rappresentato – e rappresenta ancora oggi – un mondo al quale accedere è un privilegio riservato ad alcune aziende, e che garantisce la qualità dei prodotti che commercializza. Stiamo parlando del marchio DOC, un riconoscimento particolarmente significativo dedicato ai prodotti vitivinicoli. Qual è il significato dell’acronimo? Tutto ciò che c’è da sapere sul raggiungimento di questa denominazione.

Marchio DOC significato: cosa vuol dire questo acronimo

Marchio DOC

Partiamo subito con la definizione dell’ambito della nostra trattazione, incentrata su un’espressione largamente usata (e abusata) in diversi ambiti, in particolar modo in quello gastronomico. Parliamo di abuso del termine, perché va specificato che marchio DOC è una dicitura che si riferisce unicamente all’ambito enologico, e dunque solo ai prodotti vitivinicoli.

Si tratta, infatti, di un’espressione che viene utilizzata per certificare la zona d’origine e delimitata della raccolta delle uve utilizzate per la produzione del vino su cui è apposto il marchio. Quest’ultimo viene apposto sul prodotto che lo identifica, per cui possiamo avere diversi marchi con lo stesso acronimo DOC.

Il significato del DOC, infatti, è proprio quello di denominazione di origine controllata. L’origine è controllata, appunto, perché in quanto tale è possibile avere la certezza di quale sia la zona in cui viene prodotto il vino, e le caratteristiche del luogo in cui sono state raccolte le uve utilizzate per realizzare il prodotto. 

Come si ottiene un marchio DOC? Ecco come si fa a conseguirla

La dicitura di denominazione di origine controllata è considerata obsoleta, poiché dal 2010 è stata ricompresa nella categoria comunitaria DOP, insieme alla dicitura DOCG, la Denominazione di Origine Controllata e Garantita.

Come si ottiene, dunque, un marchio DOC? Tecnicamente, non possiamo stabilire il percorso per conseguire questa denominazione. Tuttavia, esistono ancora delle distinzioni che ci permettono di distinguere il percorso per ottenere un marchio DOC e un marchio DOCG. I prodotti certificati col marchio DOC sono sottoposti a regole di produzione meno severe ed hanno disciplinari meno restrittivi: le aree di produzione sono solitamente zone geografiche mediamente più ampie.

Tuttavia, conseguire il marchio DOC è possibile solo per le aziende che commercializzano prodotti che possiedono determinate caratteristiche qualitative e rinomanza commerciale acquisita. Prima di essere messi in commercio, i prodotti DOC devono essere sottoposti ad una preliminare analisi chimico-fisica e ad un esame organolettico che certifichi il rispetto dei requisiti previsti dal disciplinare di riferimento.

Marchio DOC, perché è importante avere un riconoscimento simile: storia della denominazione

Il marchio DOC rappresenta una sigla storica, ideata negli anni cinquanta dall'avvocato romano Rolando Ricci, funzionario dell'allora ministero dell'Agricoltura, e conosciuta da tutti in Italia, utilizzata per apporre una certificazione di qualità ai vini che vengono prodotti in aree geografiche di dimensioni piccole o medie. Al momento, come detto, non è più una sigla ufficialmente conferita ai prodotti, che adesso vengono compresi nel marchio DOP e in quello DOCG.

Avere un marchio DOC significa vendere soltanto prodotti vitivinicoli di elevata qualità, le cui caratteristiche sono di caratura elevata, e che rispettano appieno alcuni processi (appunto, quelli dettati dal disciplinare), indispensabili per includere il prodotto nel ristretto club dei vini più prestigiosi. Questo perché per il consumatore è importante conoscere la provenienza delle uve, la localizzazione dei vigneti, e dove vengono trattate le materie prime.

Ti piacerebbe specializzarti ed entrare nel Settore Import / Export?

Master e Carriere in Export Management e Commercio Internazionale


Contatta la Business School
Seguici su:

Seguici su:

Questo sito usa cookie, anche di terzi, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Procedendo con la navigazione accetti l'uso di tali cookie. Leggi Cookie Policy.