Resta Aggiornato!!!
Iscriviti al Blog per ricevere News e Approfondimenti dal Mondo del Lavoro

Si prega di inserire una Email.
Valore non valido
Image

POTREBBE INTERESSARTI


Company profile, cos'è e come farlo: alcuni esempi

Company profile, cos'è e come farlo: alcuni esempi

Una delle esigenze più importanti per le aziende, per quanto riguarda la propria comunicazione, è quella di presentarsi a un’altra azienda e alla propria clientela.

Lo strumento più adatto a tale scopo è il company profile, un biglietto da visita molto importante per l’organizzazione per fornire all’altro interlocutore un sommario formale della propria storia, delle attività che svolge, degli obiettivi raggiunti. Ma che cos’è, nello specifico, e come farlo in maniera efficace? Ecco alcuni esempi e consigli per realizzarlo al meglio.

 

Cos’è un company profile: definizione, significato e traduzione

company profileUn documento che descrive e definisce tantissimi aspetti dell’azienda. I dati anagrafici, ma anche la mission e la vision, gli stakeholder che ha, gli obiettivi che si prefigge, i risultati raggiunti in precedenza. Il company profile, come suggerisce la stessa espressione, è la rappresentazione, cartacea o digitale, del profilo aziendale, una perfetta traduzione per questo termine anglofono, che assume un significato più profondo rispetto a quanto possa apparire alla lettera.

Si tratta di un’introduzione professionale del business, che ha l’obiettivo di informare chi la legge sui prodotti e servizi commercializzati dall’azienda, e sull’azienda stessa. Sebbene venga spesso definita come la sua carta d’identità, per un brand il company profile è molto di più: è la trasposizione dell’immagine che vuole trasmettere all’esterno, tanto da poter diventare un elemento distintivo e di unicità.

Company profile, come farlo in modo efficace: cosa scrivere

In un mondo sempre più digitale, la produzione cartacea delle aziende dedicata alla propria presentazione alle altre organizzazioni e alla clientela si è ridotta al minimo. Il sito web, le pagine social ufficiali, l’email marketing, sono elementi ormai del tutto trasferiti dalla carta a pc e smartphone. Per realizzare un company profile efficace, dunque, il primo consiglio aureo è quello di considerare il fatto che ormai i dispositivi digitali hanno acquisito sulla carta un predominio davvero marcato.

Un altro aspetto da tenere in grande considerazione è l’esigenza, per una nuova azienda che costruisce un company profile, di coniugare l’originalità all’efficacia, e di tenere bene a mente il fatto che si tratta di una presentazione legata a una dimensione professionale.

Cosa scrivere nel company profile? Nonostante ogni azienda possa, ovviamente, concepire a modo suo questo particolare biglietto da visita, esistono degli elementi che, quasi obbligatoriamente, devono trovarvi spazio. Ad esempio, i ‘dati anagrafici’: le informazioni che riguardano cos’è l’azienda, come il nome, l’anno di fondazione, l’indirizzo della sede, e altre informazioni di contatto. A queste si devono aggiungere necessariamente degli elementi riguardanti la storia dell’organizzazione, ed elementi importanti ad essa legati, come la mission e la vision aziendale.

È utile riportare in un company profile anche una descrizione dei prodotti/servizi commercializzati, dei riferimenti al team che lavora, le prospettive di crescita e sviluppo del brand, ma anche una serie di impressioni esterne di chi ha avuto a che fare con l’azienda: le ‘recensioni’ del pubblico possono essere un’ottima arma per convincere chi legge.

Company profile, alcuni esempi dalle grandi aziende: i casi Google, Nike e Starbucks

Tutte le grandi aziende, di ogni settore, hanno un company profile di tutto rispetto. Possiamo fornire alcuni esempi che possono fare al caso nostro, per capire in che modo questo biglietto da visita possa essere davvero efficace. È quello di Starbucks, ad esempio: la multinazionale del caffè che ha incluso nel suo profilo la missione dell'azienda, la sua storia, e ha raccontato l’atmosfera che si respira nei suoi punti vendita, dando l’idea di genuinità e unicità che rispecchia appieno la sua filosofia.

Un altro esempio di successo è senza dubbio quello di Nike, che nel profilo aziendale ha espresso subito l’essenza del brand con la frase “Porta ispirazione e innovazione a ogni atleta nel mondo”; accanto alla parola ‘atleta’, ha posto un asterisco, portante la dicitura “Se hai un corpo, allora sei un atleta”. E come non citare l’onnipresente Google, che nella frase “La nostra missione è quella di organizzare le informazioni del mondo e renderle universalmente accessibili ed utilizzabili”. Un modo per raccontare in modo semplice e conciso la storia dell’azienda, le attività, i prodotti e servizi offerti.

 

Ti piacerebbe specializzarti ed entrare nel Settore Import / Export?

Master e Carriere in Export Management e Commercio Internazionale (in Aula oppure Online).


Contatta la Business School
Seguici su:

Seguici su:

Questo sito usa cookie, anche di terzi, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Procedendo con la navigazione accetti l'uso di tali cookie. Leggi Cookie Policy.