Consulente Risorse Umane

Consulente risorse umane: cosa fa, stipendio, come diventare

Il capitale umano è il presente e il futuro di qualunque organizzazione, qualsiasi sia la sua dimensione e la tipologia di settore a cui appartiene. La gestione delle risorse umane, in questo contesto, è una disciplina di grandissima attualità, e di importanza massima per ogni azienda dell’attuale mondo del lavoro.

La figura del consulente risorse umane, dunque, appare fondamentale per la gestione HR dell’impresa, dalla fase di recruiting a quella di fine rapporto. Vediamo insieme che cosa fa questo professionista, quanto guadagna, e come diventarlo. Consulente risorse umane

Cosa fa il consulente risorse umane: le mansioni che svolge nel suo lavoro

Un consulente risorse umane è un professionista assunto da un'azienda o un'organizzazione che ha, in generale, il compito di risolvere o soddisfare un'esigenza legata alla gestione delle risorse umane nell’ambito della stessa realtà. Una figura che, svolgendo, appunto, una funzione consulenziale, rappresenta un professionista esterno all’azienda, che viene chiamato per assolvere uno specifico compito, occuparsi di una particolare attività, gestire un aspetto delle human resources nell’organizzazione.

Perché servirsi di un consulente risorse umane? Innanzitutto, va detto che questa risorsa, molto spesso, agisce da supporto per le imprese (in genere, per quelle di dimensione piccola e media), per occuparsi di una specifica funzione all’interno dell’ufficio HR. Inoltre, questo professionista riveste una funzione importante nella gestione di un singolo progetto legato alle risorse umane, o per un determinato pacchetto di azioni.

Quanto guadagna questo professionista: stipendio medio per la figura

Le responsabilità di cui è investito il consulente risorse umane sono, dunque, diverse e rilevanti. Questo professionista è colui il quale deve rispondere della riuscita di un progetto legato alla funzione HR, così come la persona la cui consulenza indirizza le attività dell’azienda in tal senso. Dunque, la retribuzione di questa figura varia a seconda del cliente per cui lavora.

Tuttavia, in base alle informazioni di cui siamo in possesso, possiamo affermare che lo stipendio medio previsto per un consulente risorse umane si aggira intorno ai 25mila euro all’anno. Un salario, questo, che è strettamente correlato anche all’esperienza che la figura ha maturato nel campo, come accade d’altronde per tutte le professioni HR e non solo.

Come diventare consulente risorse umane: perché frequentare un Master

Come è immaginabile, l’attività del consulente risorse umane è riservata a professionisti che, nel corso della loro carriera, abbiano maturato delle specifiche competenze nel mondo HR e sviluppato una certa esperienza nel settore. Un percorso di Alta Formazione, nel contesto attuale, rappresenta il modo migliore per accelerare verso i propri obiettivi di Carriera, raggiungere lo sviluppo professionale desiderato, migliorarsi continuamente.

Il Master in Gestione, Sviluppo e Amministrazione delle Risorse Umane di Alma Laboris Business School punta a fornire a questo professionista tutti gli strumenti necessari per eccellere nella propria quotidianità lavorativa. Una Faculty di livello, un programma didattico dal taglio pratico, ma soprattutto un servizio Placement gratuito, consentono al discente di massimizzare la propria spendibilità occupazionale e di acquisire le conoscenze e le competenze più richieste dalle aziende per diventare consulente risorse umane.

 

Image
Image
Image

Si prega di digitare Nome e Cognome.
Si prega di inserire una Email.
Questo campo è Obbligatorio
Image

POTREBBE INTERESSARTI


Questo sito usa cookie, anche di terzi, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Procedendo con la navigazione accetti l'uso di tali cookie. Leggi Cookie Policy.