Job design

Che cos'è il job design e perché è importante per un'azienda di successo

La risorsa umana è il fulcro attorno cui ruota il successo di un’azienda moderna. Lo sa bene chi lavora nel settore HR, lo tengono ben presente coloro i quali rivestono ruoli apicali all’interno delle organizzazioni e gestiscono un organico di dipendenti.

È per queste ragioni che il mondo del lavoro di oggi sta acquisendo sempre più la tendenza a modulare le figure professionali attorno alla risorsa, e progettare, in tutto e per tutto, il suo lavoro. Stiamo parlando del job design, un elemento davvero caratteristico del panorama odierno delle risorse umane. Vediamo che cos’è e a cosa serve, attraverso una definizione e un significato della parola, i vantaggi che esso comporta e le ultime tendenze in materia. Job design

Che cos’è il job design: definizione, significato e traduzione dell’espressione

Entrato nel linguaggio HR comune negli ultimi anni, il job design si è affermato come un’attività piuttosto radicata nel settore. La traduzione efficace in italiano di questa espressione è ben esplicativa del suo significato: si tratta della ‘progettazione del lavoro’, ovvero il processo di organizzazione di un lavoro, che ha l’obiettivo di ridurre o superare l'insoddisfazione dei dipendenti derivante da compiti ripetitivi e meccanicistici.

Il complesso delle azioni che compongono il job design è mirato all’aumento dei livelli di produttività della risorsa, organizzando il lavoro nelle attività richieste per eseguire un compito e per raggiungere determinati obiettivi. Chi si occupa di ciò, organizza compiti, doveri e responsabilità in un'unità di lavoro per consentire ai membri di quest’ultima di conseguire dei risultati nel modo migliore, senza che subentri alcun senso di insoddisfazione.

Come fare un efficace job design: le principali tendenze in questo ambito

Come si fa ad implementare le attività del job design nell’ambito della professionalità quotidiana di ogni dipendente, e di ogni datore di lavoro? Dobbiamo innanzitutto considerare questa fase come uno step successivo a quello della job analysis, ovvero l’analisi approfondita delle mansioni proprie di una posizione lavorativa con lo scopo di individuare i requisiti e le componenti di una specifica posizione. Questo servirà per delineare i fattori chiave che devono essere presi in considerazione quando si fa la progettazione del lavoro.

Una delle tendenze più seguite in questo ambito è quella di aumentare la varietà delle attività svolte da un singolo dipendente nell’ambito delle sue mansioni. L'esecuzione degli stessi compiti ripetitivi può risultare poco stimolante, e portare la risorsa a perdere interesse ed entusiasmo verso quello che fa quotidianamente. Al contrario, introdurre nuove attività – che siano rilevanti alla figura – crea nuove sfide da vincere e opportunità di crescita.

Un’altra componente importante in una strategia di job design è quella della responsabilità: una risorsa che si sente chiaramente responsabile del lavoro che sta facendo, individualmente o come parte di un team, constata il suo impatto sui risultati, che si verificano dunque come conseguenza delle proprie azioni.

L’elemento della responsabilità va di pari passo con quello dell’autonomia, che consiste, in altre parole, nel dare più spazio alle persone per regolare e controllare il proprio lavoro, all’interno di parametri fissati, ma anche con la partecipazione al processo decisionale. Un dipendente autonomo, responsabile e capace di decidere si sentirà più coinvolto nel vivo dell’azienda, soddisfatto e consapevole dell’importanza che ha all’interno dell’organizzazione.

A cosa serve la progettazione del lavoro in un’azienda moderna: i suoi vantaggi

Il job design si compone della specificazione dei contenuti, delle modalità e delle relazioni tipiche di quella figura professionale perché la risorsa assolva i compiti ad essa assegnati, e lo faccia secondo quella che potremmo debolmente definire come una logica ‘win-win’: il dipendente e il datore di lavoro, devono infatti garantire ognuno la soddisfazione dell’altro.

Adottare i principi del job design per ritagliare i ruoli adatti a ogni persona all’interno di un’azienda moderna, come abbiamo visto in precedenza, è un processo che comporta numerosi vantaggi. In sintesi, con un’efficace progettazione del lavoro, un’organizzazione può migliorare la qualità dei servizi forniti, perché gestita da datori di lavoro (e, in generale, figure dirigenziali) soddisfatte dei propri dipendenti, che mettono le risorse nelle condizioni giuste per fare bene; a sua volta, il personale avrà un rendimento migliore.

 

Master Gestione, Sviluppo ed Amministrazione delle Risorse Umane

Il Personale a 360°, Selezione, Valutazione, Training, Contrattualistica, Busta Paga.


Si prega di digitare Nome e Cognome.
Si prega di inserire una Email.
Questo campo è Obbligatorio
Image

POTREBBE INTERESSARTI


Questo sito usa cookie, anche di terzi, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Procedendo con la navigazione accetti l'uso di tali cookie. Leggi Cookie Policy.