Formazione e Carriere: Approfondimenti, News e Tendenze dal Mondo del Lavoro


 
Resta Aggiornato!!!
Iscriviti al Blog per ricevere News e Approfondimenti dal Mondo del Lavoro

Si prega di inserire una Email.
Valore non valido
Image

POTREBBE INTERESSARTI


Sei in cerca di un’occupazione? Stai valutando un cambiamento professionale?

Sei in cerca di un’occupazione? Stai valutando un cambiamento professionale?

Ecco alcuni strategici suggerimenti su come affrontare al meglio un colloquio di selezione presso l’azienda alla quale ti sei candidato e che ha trovato il tuo curriculum rispondente alle proprie esigenze!

Anzitutto, devi sapere che la selezione è un processo molto delicato per un’organizzazione e rappresenta un vero investimento in termini di risorse economiche e di tempo da dedicare all’affiancamento della nuova risorsa.

Mediante l’impiego di tecniche appropriate, uno o più selezionatori dovranno individuare quali candidati, tra più soggetti, sono idonei per caratteristiche, capacità, qualità attuali e potenziali, a svolgere un’attività  all’interno di quell’azienda con soddisfazione reciproca.

Sarà, dunque, fondamentale prepararsi al meglio per quanto possibile, attivando ogni eventuale azione e strategia. In ambito organizzativo, per colloquio si intende una particolare situazione finalizzata a stabilire se il candidato possiede alcuni requisiti in termini di abilità, caratteristiche di personalità, conoscenze e interessi per svolgere la mansione prevista.

 

Su cosa è più opportuno prepararsi?

Sei in cerca di un’occupazione? Stai valutando un cambiamento professionale? Per affrontare al meglio un’intervista di selezione dobbiamo soffermarci sugli elementi che verranno presi in esame dal selezionatore.  Per prima cosa il curriculum; ciò che abbiamo riportato su carta dovrà sempre corrispondere al vero. Le bugie hanno le gambe corte e un bravo selezionatore impiegherà poco tempo a cogliere se la stesura curriculare è un po’ gonfiata per così dire!

Verranno approfondite le singole esperienze lavorative: saper raccontare il proprio vissuto esperienziale non è scontato. Per essere più persuasivi e motivanti, sarà opportuno raccontare qualche aneddoto specifico che ha rappresentato un successo conseguito e premiato nella precedente realtà professionale.

Sicuramente un aspetto che verrà approfondito riguarderà le aspettative professionali; in questo caso, devi aver chiari i tuoi obiettivi per essere vincente. E ricorda:- obiettivi e sogni nel cassetto sono due cose molto diverse- J

Veniamo ora alla sfera motivazionale! A parità di conoscenze e competenze tecniche, ricorda che un aspetto fondamentale che verrà analizzato saranno le tue inclinazioni.

Per ricoprire uno specifico ruolo e svolgere determinate mansioni giocano un ruolo importate alcuni aspetti della personalità, alcuni atteggiamenti e comportamenti, la capacità di comunicazione, il senso dell'organizzazione, l'attenzione al contesto, le conoscenze che si hanno riguardo l'azienda, i suoi servizi o prodotti, il settore in cui opera!

Non dimenticare che l’intervistatore in un tempo limitato dovrà farsi una buona opinione di te, delle motivazioni per le quali ti sei candidato a quella posizione e individuare in esse quelle più in linea con il contesto organizzativo rispetto ad altri potenziali candidati in linea.

Non dovrai mai commettere l’errore di giudicare un selezionatore; le domande che potrà porre durante l’intervista sembreranno alle volte fuori luogo o eccessivamente personali. Ma l’obiettivo è proprio analizzare le tue qualità personali, il tuo potenziale, la tua capacità di adattamento al contesto aziendale; un selezionatore vorrà, inoltre, verificare i dati relativi alla tua esperienza lavorativa e la coerenza del percorso scelto; infine ti presenterà l’impresa e le condizioni di inserimento.

 

Come ci si prepara per un colloquio di selezione?

Se hai presentato la tua candidatura ad un’azienda, questa si attenderà che tu conosca il contesto per il quale ti sei candidato/a; non essere superficiale!. Dovrai dimostrare di possedere i requisiti richiesti, evidenziando i punti di forza corrispondenti.

Raccogli quante più informazioni possibili su azienda e mansione, prepara le risposte alle possibili domande del selezionatore, definisci una lista di domande che desideri porgli, prepara il materiale da portare al colloquio (curriculum, pubblicazioni, attestati ecc.), identifica la sede del colloquio per essere certo/a di arrivare un po’ in anticipo e decidi il giorno prima cosa indossare.

Durante il colloquio:

Ascolta con attenzione le domande e non dare risposte precipitose, dimostra interesse per la posizione e per l’azienda, cerca di mantenere il controllo..l’emozione può giocare brutti scherzi, mantieni un atteggiamento sereno e sorridente; presentati come persona concreta, propositiva, attiva ed affidabile; ricordati di essere schematico/a e sintetico/a nelle risposte, non criticare mai colleghi e capi, non parlare mai di denaro.

Infine, in chiusura del colloquio, attenzione ai comportamenti di congedo: non alzarti prima dell’intervistatore, non usare un tono troppo amichevole, non chiedere come è andato il colloquio, ma fai domande su tempi e modalità dell’iter selettivo; ciò dimostrerà il tuo interesse per azienda e posizione.

 

Bene, rimbocchiamoci le maniche e facciamoci trovare preparati; le aziende aspettano te!!

Dott.ssa Giuliana Gaudiosi

(Hr Business Partner Alma Laboris Business)

Master Gestione, Sviluppo ed Amministrazione delle Risorse Umane (in Aula oppure Online)

Il Personale a 360°, Selezione, Valutazione, Training, Contrattualistica, Busta Paga.

 


Contatta la Business School
Seguici su:

Questo sito usa cookie, anche di terzi, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Procedendo con la navigazione accetti l'uso di tali cookie. Leggi Cookie Policy.