Nel mese di settembre il numero di assunzioni sarà il più alto dal 2018

Nel mese di settembre il numero di assunzioni sarà il più alto dal 2018

Quasi la metà delle imprese di medie dimensioni dei settori industriale e terziario attiveranno contratti. Crescono meccatronica, turismo e comunicazione. Non solo Nord, ma anche contesti provinciali delle Isole

Ottime notizie per quanto riguarda i dati occupazionali del nostro Paese. Il bollettino del sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere e Anpal, stima nel mese di settembre 2019 quello col valore mensile più alto da un anno a questa parte per quanto riguarda le assunzioni da parte delle aziende operanti nei settori industriale e terziario.

Sì, perché dalle statistiche di Unioncamere e Anpal emerge che il 44,5% delle imprese di medie dimensioni, relativamente a questi ambiti, ha previsto di assumere personale; quasi la metà delle organizzazioni intende dunque attivare nuovi contratti di lavoro, che dovrebbero essere quantificabili, in totale, in oltre 435mila unità, circa 20mila in più rispetto allo stesso mese del 2018, con un incremento di 4,8 punti percentuali.

Numeri davvero incoraggianti, che fanno ben sperare – si legge nel rapporto – soprattutto per quanto riguarda i comparti di industria, meccatronica, e la filiera metallurgico-metallica, che prevedono di attivare rispettivamente 21mila contratti circa e 18,2mila. Ottime notizie anche per la filiera turistica, che prevede circa 57,5mila entrate e dovrebbe registrare un incremento del 18,9% in chiave tendenziale. Spicca inoltre la rilevante crescita rispetto a settembre 2018 del comparto media e comunicazione, che segna un aumento significativo di 1370 unità, e addirittura supererebbe le 5mila unità allargando poi la previsione all’intero trimestre settembre-novembre.

Accanto a statistiche certamente già da sole molto positive, vi sono alcune informazioni che, seppur scevre da numeri, possono essere considerate decisamente felici: a livello territoriale una più alta incidenza di contratti destinati a figure ad elevata specializzazione si registra non solo nelle aree più dinamiche del Nord ma anche in contesti provinciali della Sardegna o della Sicilia, segnale questo di una crescente richiesta del sistema imprenditoriale meridionale che necessita non solo di operai e/o artigiani ma anche di figure manageriali e tecniche.

Image
Image
Image

Image

POTREBBE INTERESSARTI


Cookie Privacy

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.