Che cos'è la chimica verde: definizione, significato, esempi

Una disciplina senza dubbio affascinante, la chimica, in particolar modo quando la troviamo nelle sue applicazioni nella vita di tutti i giorni. Particolare interesse è quello che la materia suscita in coloro i quali popolano il mondo del lavoro di oggi, tanto attento alla tematica green e all’efficientamento energetico, anche in ottica di raggiungimento degli obiettivi che il mondo intero si pone per quanto riguarda la decarbonizzazione e l’utilizzo di fonti di energia rinnovabile.

Stiamo parlando, in altri termini, della chimica verde, una branca della chimica emersa da una varietà di idee esistenti e sforzi di ricerca, nel contesto di una crescente attenzione ai problemi di inquinamento chimico e di esaurimento delle risorse naturali. Chimica Verde

Chimica verde, cosa significa l’espressione: definizione e significato

La chimica verde è una particolare concezione che rappresenta le fondamenta su cui si basano gli studi della chimica e dell'ingegneria chimica focalizzata sulla progettazione di prodotti e processi che riducono al minimo o eliminano l'uso e la generazione di sostanze pericolose.

Si tratta, per definizione, della progettazione di prodotti e processi chimici che riducono o eliminano l'uso o la generazione di sostanze che possono generare un pericolo, per l’uomo e per l’ambiente, e che si applica a tutto il ciclo di vita di un prodotto chimico, inclusi progettazione, produzione, utilizzo e smaltimento finale.

Conosciuta anche come chimica sostenibile, è una filosofia che si applica a tutte le aree della chimica, e non solo a una singola disciplina, e si traduce molto spesso nella applicazione di soluzioni scientifiche innovative ai problemi ambientali del mondo reale. Il suo significato, dunque, non è solo racchiuso a un settore della chimica, ma piuttosto un modo di fare chimica, una filosofia applicabile in diversi contesti della vita di tutti i giorni, come vediamo nei seguenti esempi.

Alcuni esempi di chimica verde: ecco che cos’è e come entra nella nostra vita

La chimica verde entra a far parte delle vite di tutti noi, in senso più lato, ma guardando la questione con un occhio più attento, si può dire che essa riesca a pervadere in maniera piuttosto consistente alcuni ambiti. Un tipico esempio è rappresentato dai solventi, una applicazione molto comune della disciplina nelle attività umana: mentre i solventi tradizionali sono spesso tossici, quelli verdi sono generalmente meno dannosi per la salute e l'ambiente e preferibilmente più sostenibili.

Altro esempio tipico è quello dei chip per computer: le componenti dei dispositivi che usiamo tutti i giorni rendono necessari molti prodotti chimici, grandi quantità di acqua ed energia, e altre risorse. Utilizzare materiali prodotti secondo i principi della chimica verde può essere decisamente favorevole, non solo per l’ambiente, ma anche dal punto di vista dei risultati: alcune proteine, ad esempio, possono permettere ai circuiti di viaggiare a velocità maggiore.

Un’altra applicazione tipica della chimica verde è quella che troviamo nell’industria farmaceutica, alla continua ricerca di modi per sviluppare medicinali meno dannosi e tossici. Utilizzare ad esempio dei biocatalizzatori nella produzione di farmaci potrebbe essere un ottimo modo per coniugare sicurezza ed efficienza.

 

Master Sistemi di Gestione Integrati: Qualità, Sicurezza, Energia e Ambiente

Il Master per eccellere nei Sistemi Integrati: rilascia 10 Titoli e Qualifiche.


Si prega di digitare Nome e Cognome.
Si prega di inserire una Email.
Questo campo è Obbligatorio
Image

POTREBBE INTERESSARTI


Questo sito usa cookie, anche di terzi, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Procedendo con la navigazione accetti l'uso di tali cookie. Leggi Cookie Policy.