Finanza nel metaverso, due colossi hanno scelto di investirvi

Finanza nel metaverso

Nonostante affondi le sue origini nei giochi e nei social media, l'applicazione del metaverso si sta estendendo anche ben oltre l'intrattenimento, verso i settori tradizionali.

Fino alla finanza, rimasta ormai ‘contagiata’ dalle sue diverse applicazioni pratiche. Tanto che due colossi hanno scelto, nel corso degli ultimi anni, di investirvi ingenti somme.

Questi ambienti virtuali consentono alle aziende di ottenere una maggiore visibilità senza vincoli geografici, cambiando del tutto il modo in cui acquistiamo ed effettuiamo pagamenti. Ciò ha portato a una riprogettazione delle decisioni di acquisto e delle interazioni dei clienti, creando la prossima evoluzione dei modelli di spesa dei consumatori.

Una corsa, quella della finanza nel metaverso, che non fermarsi: tra le tante società che hanno deciso di puntare sul nuovo mondo virtuale rilanciato nei mesi scorsi da Mark Zuckerberg non potevano mancare le banche. Come JP Morgan, che nello scorso febbraio è sbarcato su questi lidi, ma anche il colosso finanziario britannico HSBC, pronto a scommettere sulla nuova frontiera degli investimenti.

Nello specifico, HSBC ha stretto un accordo con The Sandbox, tra i più importanti dei ‘metaversi’, acquistando un terreno nella sua applicazione. L'investimento verrà destinato alla creazione di spazi da destinare allo sport, ai giochi e ad altri eventi legati al mondo della finanza. Fa eco, come detto, a JP Morgan, che ha calcolato come il metaverso possa avere un'opportunità di mercato annuale pari a 1 trilione di dollari annuale, “sbloccando immense opportunità economiche”.

Scopri i Master e Corsi che potrebbero Interessarti

Image

Iscriviti alla
Newsletter

Si prega di inserire una Email.
Si prega di inserire una Email.

Risorse Alma Laboris

Opportunità

Press Area