Convenzione OCSE

Convenzione OCSE: cos’è e a cosa serve questa organizzazione

La convenzione dell'OCSE è un accordo internazionale che stabilisce le regole per la tassazione delle imprese multinazionali.

Ma che cos’è l’OCSE? Perché è cosi importante? Scopriamolo insieme!

L’organizzazione internazionale: che cos'è e a che cosa serve

L'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un'organizzazione internazionale che riunisce 37 paesi membri con l'obiettivo di promuovere la crescita economica e la cooperazione internazionale.

Questa convenzione sulla doppia imposizione fiscale è stata adottata nel 1963 ed è stata successivamente aggiornata e modificata per riflettere le modifiche nel panorama fiscale internazionale. La convenzione mira a evitare la doppia imposizione fiscale sul reddito delle imprese che operano in più di un paese. Ciò significa che le imprese multinazionali possono pagare le tasse sui loro profitti solo una volta, e non più volte in ciascun paese in cui operano.

La convenzione dell'OCSE è stata una pietra miliare nella normativa fiscale internazionale e ha contribuito a promuovere la cooperazione tra i paesi membri dell'organizzazione. Tuttavia, negli ultimi anni sono state sollevate preoccupazioni riguardo all'uso di alcune disposizioni della convenzione da parte delle imprese multinazionali per evadere le tasse. Ciò ha portato a discussioni sull'adeguatezza della convenzione nell'affrontare i problemi fiscali globali e ha spinto l'OCSE a lavorare su una riforma della convenzione per affrontare queste preoccupazioni.

La convenzione dell'OCSE sulla doppia imposizione fiscale ha giocato un ruolo importante nella promozione della cooperazione fiscale internazionale, fornendo una base solida per la tassazione delle imprese multinazionali. Tuttavia, negli ultimi anni, è diventato sempre più evidente che alcuni aspetti della convenzione non sono adeguati a gestire le sfide fiscali globali.

In particolare, l'uso di tecniche di pianificazione fiscale aggressiva da parte delle imprese multinazionali ha portato a preoccupazioni riguardo alla capacità della convenzione di prevenire la doppia non imposizione fiscale o il trasferimento di profitti in giurisdizioni a bassa tassazione. Questo ha portato a una crescente pressione sui governi e sulle organizzazioni internazionali per riformare la convenzione per affrontare queste sfide.

Il progetto BEPS dell'OCSE: cosa comprende

Nel 2013, l'OCSE ha lanciato il progetto BEPS (Base Erosion and Profit Shifting), un'iniziativa globale per affrontare le problematiche fiscali legate alle imprese multinazionali. Il progetto BEPS ha portato a una serie di raccomandazioni e proposte di riforma della convenzione dell'OCSE, volte a migliorare la trasparenza fiscale, a prevenire l'erosione delle basi fiscali e a combattere l'abuso delle convenzioni fiscali.

Tra le proposte di riforma della convenzione dell'OCSE ci sono, ad esempio, l'obbligo per le imprese di fornire informazioni sulla tassazione e sulla struttura proprietaria, l'introduzione di regole per prevenire l'abuso delle convenzioni fiscali e l'adeguamento delle regole per le attività digitali. Queste proposte sono state adottate da molti paesi e hanno portato a una serie di modifiche piuttosto significative.

Image


POTREBBE INTERESSARTI


Cookie Privacy

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.