Tassazione di trasparenza

Tassazione di trasparenza: cos’è e cosa prevede

Con tassazione di trasparenza si intende quel particolare regime di tassazione dei redditi per mezzo del quale il soggetto possessore dei redditi diventa trasparente per il Fisco.

Il soggetto trasparente rimane comunque responsabile in solido con i soci per le obbligazioni tributarie nascenti dall’attribuzione del reddito da esso prodotto a questi.  

Ma come è possibile richiedere l’applicazione di questo regime? Quali sono le società a cui è destinato? Scopriamolo insieme nel dettaglio!

Le società a cui è destinato e come richiederlo

In presenza di determinati requisiti le società capitali possono richiedere l’applicazione della tassazione di trasparenza.

La procedura per richiederlo? Basta inviare telematicamente l’apposito modello all’Agenzia delle Entrate, dove la società richiede espressamente che il reddito non venga tassato in capo a sé stessa, ma che venga attribuito, proporzionalmente a quanto versato nella quota di partecipazione, agli utili di ciascun socio.

Affinché una società di capitali possa accedere a tale regime, è necessario che i suoi soci siano rappresentati esclusivamente da società capitali, società di mutua assicurazione e società cooperative: è necessario inoltre che ognuno di essi abbia una partecipazione agli utili e al diritto di voto per una percentuale che va dal 10 al 50%.

La tassazione di trasparenza inoltre può essere vantaggiosa anche se i soci sono in possesso di altri redditi: l’importante è non raggiungere la massima quota IRPEF che corrisponde al 43%.

Image


POTREBBE INTERESSARTI


Cookie Privacy

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.