ISA 2022, quali sono i nuovi indici di affidabilità fiscale

affidabilità fiscale

Nello scorso mese di aprile il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha approvato 88 ISA (indici sintetici di affidabilità fiscale), riferiti al periodo d’imposta 2021, e afferenti alle attività economiche dei comparti delle manifatture, dei servizi, del commercio e delle attività professionali.

Vediamo insieme nel dettaglio quali sono i nuovi indici: ecco gli ISA 2022.

Quali sono i nuovi indici di affidabilità fiscale: novità ed esclusioni

Gli 88 ISA 2022 sono stati distinti tra svariate attività economiche:

  • 2 comparto agricoltura;
  • 31 comparto commercio;
  • 15 manifatture;
  • 18 professionisti;
  • 24 servizi.

Come previsto dal decreto del MEF in Gazzetta Ufficiale del 14 aprile 2022, gli ISA si applicano ai contribuenti esercenti attività d’impresa, arti e professioni (finanche plurime attività d’impresa o più attività professionali), i quali svolgono in maniera prevalente le attività indicate nello stesso decreto.

Il decreto elenca le categorie di contribuenti che non ricadono sotto gli indici in questione:

  • hanno dichiarato ricavi o compensi di ammontare maggiore di euro 5.164.569;
  • hanno aderito al regime forfetario agevolato, al regime fiscale di vantaggio per l'imprenditoria giovanile, sono lavoratori in mobilità o contribuenti che determinano il reddito con ulteriori tipologie di criteri forfetari;
  • esercitano due o più attività di impresa, non rientranti nello stesso indice sintetico di affidabilità fiscale, se l'importo dei ricavi dichiarati relativi alle attività non rientranti tra quelle prese in considerazione dall'indice sintetico di affidabilità fiscale relativo all'attività prevalente, comprensivi di quelli delle attività complementari indicate, per ogni indice, superi il 30 per cento dell'ammontare totale dei ricavi dichiarati;
  • le società cooperative e consortili, i consorzi che operano in modo esclusivo in favore delle imprese socie o associate e delle società cooperative costituite da utenti non imprenditori che operano solo in favore degli utenti medesimi;
  • i soggetti che svolgono attività d'impresa, arte o professione partecipanti a un gruppo IVA.

Sono ben 29 i codici attività che, invece, se esercitate in maniera prevalente, costituiscono una delle tre cause straordinarie di esclusione dagli ISA 2022 sulla base di quanto deciso dalla commissione degli esperti. Importante anche sottolineare come si sia deciso di escludere tutti i soggetti che hanno iniziato l'attività a decorrere dal 1° gennaio 2019, come analogamente accaduto nello scorso anno.

Scopri i Master e Corsi che potrebbero Interessarti

Image

Iscriviti alla
Newsletter

Si prega di inserire una Email.
Si prega di inserire una Email.

Risorse Alma Laboris

Opportunità

Press Area