Resta Aggiornato!!!
Iscriviti al Blog per ricevere News e Approfondimenti dal Mondo del Lavoro

Si prega di inserire una Email.
Valore non valido
Image

POTREBBE INTERESSARTI


Metodologia PM2, come funziona il modello di project management della Commissione Europea

Metodologia PM2, come funziona il modello di project management della Commissione Europea

La nuova frontiera del PM viene direttamente dall’UE, e propone soluzioni e opportunità per le proprie organizzazioni. Tutto ciò che c’è da sapere su questo approccio innovativo

Il settore del project management, forse più di ogni altro ambito del sapere, è in continua evoluzione, e traccia costantemente nuove tendenze, che permettono di vedere lo sviluppo di quella che, a tutti gli effetti, è una delle discipline del futuro. Tra le maggiori innovazioni vi è senza dubbio la metodologia PM2, maggiormente nota come metodologia PM2 per semplicità di rappresentazione. La particolarità più importante, forse, risiede nel fatto che questa modalità di progettazione venga promossa direttamente dall’UE, tramite la Commissione Europea. Vediamo insieme che cos’è e come funziona.

Che cos’è la metodologia PM2: tutto su questa modalità di project management

Uno degli argomenti che suscita maggior interesse negli addetti ai lavori e negli appassionati della disciplina, nel project management, è la cosiddetta metodologia PM2. Occorre innanzitutto precisare che è quest’ultima la sua denominazione originale, ed è con questa sigla che è ufficialmente definita nel settore. Tuttavia, come accennato, per semplicità, in molti la sostituiscono con una più agevole PM2.

Che cos’è questa innovativa metodologia del project management? Si tratta di un metodo progettato, sviluppato e promosso dalla Commissione Europea. Ciò implica che questa è la metodologia ufficialmente riconosciuta dall’Unione, che ha come intento fondamentale quello di permettere ai team di gestire i propri progetti in maniera efficiente ed efficace.

Gli obiettivi della metodologia PM2 sono quelli di proporre un’offerta di qualità, migliorandola continuamente grazie al supporto diretto dell’UE, aiutando gli stakeholder di agire nel modo migliore possibile all’interno del contesto di esigenze, cultura e vincoli specifici delle istituzioni comunitarie e della amministrazione europea.

Metodologia PM2 come funziona: le sue caratteristiche fondamentali

La metodologia PM2 ha il grande beneficio di essere snella e facile da implementare per qualsiasi tipo di progetto. Le soluzioni e i vantaggi che questa modalità di project management si propone di portare consistono in un’efficace gestione del lavoro, combinando i suoi elementi fondamentali con standard e best practice di grande spessore. PM2, infatti, costituisce un’integrazione di metodologie di rilievo internazionale, come PRINCE2, il PMBOK del PMI e IPMA.

Tra le principali caratteristiche della metodologia PM2 vi è sicuramente la chiara definizione di una struttura di governance con ruoli e responsabilità, l’intento di fornire a chi gestisce i progetti suggerimenti per specifici bisogni e ambienti, e un linguaggio comune per migliorare le responsabilità, la trasparenza e la comunicazione tra i vari stakeholder. Nella metodologia PM2 vengono definite quattro fasi di gestione del progetto, per cercare di definire i vari passaggi in maniera chiara dal punto di vista temporale.  

Master Project Management, l’Alta Formazione per un’introduzione alla metodologia PM2

Il project management, in sostanza, rappresenta una disciplina in costante evoluzione, nella quale assistiamo frequentemente allo sviluppo di nuove metodologie, e in cui l’esperienza maturata nel corso degli anni è sicuramente un valore importante. Al netto di questa considerazione, appare evidente come per una branca del sapere caratterizzata da una spiccata multidisciplinarità avere una solida preparazione di base, dal taglio spiccatamente pratico, possa essere l’arma vincente per eccellere nel mondo del lavoro e sviluppare al massimo la propria professionalità.

Frequentare un Master in Project Management è uno dei migliori suggerimenti che un project manager possa cogliere per cercare di raggiungere il successo. La Business School Alma Laboris propone un percorso di Alta Formazione a cura di una Faculty Docenti composta da veri professionisti del settore, che forniranno al Partecipante tutti gli strumenti necessari per eccellere nella sua quotidianità lavorativa.

Nonostante non sia tra le principali tematiche che vengono affrontate nel programma didattico del Master, tra gli insegnamenti annovera anche un’introduzione alla metodologia PM2. Un tema così innovativo non poteva non essere incluso in un percorso altamente formativo per il Partecipante, che acquisirà tutto quanto indispensabile per avere successo nel project management.

 

Master di Alta Formazione in Project Management (in Aula oppure Online)

Gestire Progetti Predictive, Agile e Hybrid con i Principali Framework Internazionali.

 


Contatta la Business School
Seguici su:

Seguici su:

Questo sito usa cookie, anche di terzi, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Procedendo con la navigazione accetti l'uso di tali cookie. Leggi Cookie Policy.