Resta Aggiornato!!!
Iscriviti al Blog per ricevere News e Approfondimenti dal Mondo del Lavoro

Si prega di inserire una Email.
Valore non valido
Image

POTREBBE INTERESSARTI


Revisione legale, verifica obbligatoria per Srl: definizione Mef, formazione revisori legali

Revisione legale, verifica obbligatoria per Srl: definizione Mef, formazione revisori legali

Tutto ciò che c’è da sapere su questo argomento della materia giuridica e contabile

Una verifica obbligatoria dei conti di un’impresa, in particolar modo per le Srl, è la revisione legale, opportunamente disciplinata da un’apposita normativa, e per la quale esiste una figura professionale, quella del revisore legale, che necessita di essere in possesso di una formazione di alto livello, al fine di soddisfare i requisiti consistenti nel bagaglio di conoscenze e competenze che deve possedere.

Che cos’è la revisione legale e come funziona

La revisione legale, come detto, è una serie di controlli che vengono effettuati sul bilancio di società di capitali, al fine di verificarne la correttezza. Detta altresì revisione contabile, è l’attività svolta dai revisori legali che consente di appurare la veridicità delle poste di un bilancio di esercizio, ma anche di un bilancio consolidato, di una qualsiasi tipologia di società.

Revisione legale Mef, la definizione dell’argomento

Al fine di inquadrare in maniera corretta e completa questo argomento della sfera giuridica e tributaria piuttosto importante per qualsiasi società, il Ministero dell’Economia e delle Finanze Mef ha illustrato una definizione formale che riesca ad enunciare il significato di questa espressione.

La revisione legale rappresenta la revisione dei conti annuali o dei conti consolidati di una società di capitali. Si tratta, in generale, di un complesso processo di verifiche e procedure atte a formare un giudizio in merito al fatto che il bilancio, con una ragionevole sicurezza, nel suo complesso non contenga errori significativi. In particolar modo, lo scopo ultimo della revisione legale è quello di verificare che il bilancio non presenti delle frodi o eventi non intenzionali, che possano minare i criteri di veridicità e correttezza enunciati prima d’ora.

Revisione legale obbligatoria per Srl, cosa dice la normativa

Il complesso di attività di revisione legale è regolamentato, come riporta lo stesso Mef, da quanto espressamente previsto da una normativa comprendente disposizioni del codice civile e del decreto legislativo 39/2010, nonché dei relativi regolamenti di attuazione o, nel caso in cui sia effettuata in un altro Stato membro dell’Unione Europea, alle disposizioni di attuazione della direttiva 2006/43/CE, come modificata dalla direttiva 2014/56/UE, vigenti in tale Stato membro.

Abbiamo detto in precedenza del fatto che i soggetti giuridici maggiormente interessati da questo tipo di verifica sono, per ovvie ragioni, le società di capitali. Tra esse, individuiamo in modo particolare le società a responsabilità limitata Srl, così come le società per azioni Spa.

Cosa dice la legge in questi casi? La revisione dei conti, per la quale, come detto, generalmente viene individuato un revisore legale, può essere demandata ai membri del collegio sindacale. Tuttavia, è condizione fondamentale il fatto che all’interno di esso sia presente almeno un revisore abilitato a svolgere questi controlli.

Riforma crisi d’impresa, cosa dice la legge sulla revisione legale delle Srl

In tempi relativamente recenti, ossia il 14 febbraio 2019, è stata approvata la legge cosiddetta sulla riforma sulla crisi d’impresa. In essa, importanti elementi di novità; uno su tutti, l’estensione dell’obbligo di nomina dell’organo di controllo per le SRL.

Partiamo subito con l’analisi di questo provvedimento, entrato in vigore dal 16 maggio 2019. Perché interessa le crisi d’impresa? Sembra che il legislatore abbia voluto soddisfare una certa esigenza preventiva, puntando ad anticipare l’insorgenza della situazione di crisi con un intervento piuttosto tempestivo sul bilancio delle società di capitali. Questo va realizzato con un controllo interno, fondamentale per garantire una sana gestione dell’impresa e, dunque, provare a scongiurare la crisi.

In modo specifico, le società a responsabilità limitata sono obbligate ad avere un revisore legale o comunque a nominare un collegio sindacale quando:

  • Il capitale sociale sia superiore a 120mila euro;
  • Il totale dell’attivo patrimoniale sia inferiore a 2 milioni di euro, i ricavi delle vendite siano inferiori a 2 milioni di euro, e i dipendenti occupati non superino le 10 unità;
  • Nei casi in cui la società è obbligata a redigere il bilancio consolidato;
  • Nei casi in cui la società controlla altre società obbligate alla revisione legale dei conti;
  • Se per tre esercizi consecutivi i limiti non vengono superati.Revisione Conti

Chi è e cosa fa il revisore legale?

Nella nostra trattazione abbiamo in precedenza esaminato il ruolo del revisore legale. Si tratta di una figura decisamente importante per tutte le attività di controllo e verifica dei bilanci delle società di capitali, al fine di verificarne la conformità alla legge.

Ma chi è questo professionista? Si tratta di una figura altamente qualificata sulla materia giuridica, e in particolar modo per quella contabile, incaricato di controllare le già citate veridicità e correttezza dei bilanci. Il revisore legale è iscritto presso il Registro dei Revisori Legali tenuto dal Ministero dell'Economia e delle Finanze, unitamente al Registro dei Tirocinanti. A questi possono iscriversi coloro i quali abbiano compiuto un periodo di praticantato, e soddisfino specifici requisiti.

Revisori legali, i requisiti per svolgere questa professione

Come si diventa revisore legale? L’accesso alla professione, regolamentato dal d.Lgs del 27 gennaio 1992, stabilisce che possono iscriversi al Registro i soggetti che, innanzitutto, abbiano conseguito una laurea in materie economiche e finanziarie o giuridiche, a seguito di un percorso di studi universitario della durata minima di tre anni.

Successivamente a questo, esistono altri requisiti necessari, come la frequentazione di un tirocinio triennale, di tipo formativo, ma soprattutto il superamento di un esame di Stato, che si tiene una volta all’anno a Roma, e consiste in una serie di prove scritte e orali che hanno lo scopo di accertare le conoscenze del candidato su contabilità generale, contabilità analitica e di gestione, disciplina dei bilanci di esercizio e consolidati, controllo della contabilità e dei bilanci, diritto civile e commerciale, diritto fallimentare, diritto tributario, diritto del lavoro e della previdenza sociale, sistemi di informazione e informatica, economia politica e aziendale e princìpi fondamentali di gestione finanziaria, matematica e statistica.

Revisore legale formazione, il percorso giusto per diventarlo

Un professionista che ricopre un ruolo così delicato come quello del revisore legale non può prescindere da una formazione di elevata caratura, che gli fornisca tutti gli strumenti necessari a svolgere al meglio le attività che ricopre nella propria attività quotidiana.

Se una laurea è imprescindibile per incarnare questa figura, altrettanto importante è un percorso che possa essere utile a formare il professionista attraverso l’acquisizione delle conoscenze e competenze necessarie. È per questo scopo che è stato pensato il Master in Giuristi d’Impresa della Business School Alma Laboris, organizzato in un programma diviso in appositi moduli didattici, e che comprende un servizio di Placement già prima del termine delle attività.

Una Faculty di professionisti del settore dedicherà ampio spazio all’argomento della revisione legale. Il costo del Master prevede delle agevolazioni per il partecipante che opti per un’iscrizione anticipata.


Contatta la Business School
Seguici su:

Seguici su:

Questo sito usa cookie, anche di terzi, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Procedendo con la navigazione accetti l'uso di tali cookie. Leggi Cookie Policy.