Blog Lavoro

Formazione e Carriere: Approfondimenti, News e Tendenze dal Mondo del Lavoro

Si prega di digitare Nome e Cognome.

Si prega di inserire una Email.


Reattore tessile di biogas: la nuova frontiera sul trattamento dei rifiuti organici

Venticinque anni fa, la società tessile FOV Fabrics ha depositato un brevetto per un esclusivo rivestimento in silicone per gli airbag per auto. Sottile, di peso ridotto e più morbido delle alternative, ha ridotto il rischio di graffi e ustioni dovuti al gonfiaggio degli airbag. Allora, il tessuto era ineguagliato.

 

Gli airbag sono ora equipaggiamenti di serie nei veicoli e l'innovativa invenzione è stata esposta alla concorrenza. "Stiamo ancora producendo tessuti per airbag, ma nel corso degli anni abbiamo continuato a sviluppare altri tessuti tecnici con proprietà speciali", afferma Fredrik Johansson, Business developer di FOV Biogas e Chairman of the board di FOV.

 

Biogas disponibile in un minuto

Il biogas può essere utilizzato come carburante per veicoli, nonché per la produzione di elettricità e il riscaldamento a lunga distanza. Il gas, principalmente metano, viene prodotto quando i microrganismi distruggono la materia organica come letame, liquami o rifiuti alimentari in assenza di ossigeno. Il processo è chiamato digestione anaerobica e si verifica naturalmente nelle paludi, nelle zone umide e nel tratto digestivo degli animali ruminanti.

La quantità di gas formatasi varia con il materiale in ingresso. Una tonnellata di rifiuti alimentari può provocare 400 metri cubi di metano. Una quantità uguale di materiale meno digeribile, come rifiuti di paglia o di silvicoltura, darebbe molto meno. Tipicamente, il biogas viene prodotto mettendo i materiali biodegradabili in un recipiente sigillato e a tenuta stagna, un digestore.

"Produciamo circa tre milioni di metri di tessuto all'anno. La metà di questo è per l'abbigliamento, l'altra metà per le applicazioni industriali. Abbiamo sviluppato tessuti più resistenti dell'acciaio e tessuti funzionali avanzati per molti usi, ad esempio abbigliamento da sci, paracadute, automobili e reattori a biogas. Applicando silicone, PVC, poliuretano o altri rivestimenti ai tessuti, si possono ottenere molte proprietà diverse".

 

Principio biogass reattore tessile

 

Materiali tessili avanzati

Immagina un contenitore vicino, un paio di metri cubi di volume, dove i rifiuti organici possono essere smaltiti; i rifiuti vengono fatti fermentare e il biogas generato nel digestore finisce per alimentare una stufa a gas normale in cucina. Quindi immagina un altro reattore, delle dimensioni di un container, che genera biogas per la produzione di elettricità.

"I nostri reattori sono realizzati con sofisticati materiali tessili e polimerici. Il rivestimento del tessuto li rende resistenti ai gas, altamente resistenti e resistenti ai prodotti chimici. I reattori possono essere utilizzati ovunque siano disponibili rifiuti biodegradabili, ad esempio nell'industria alimentare, nell'agricoltura o nel trattamento delle acque reflue, e in impianti sia di piccole che di grandi dimensioni. Lo sviluppo è stato fatto in collaborazione con Mohammed Taherzadeh, professore di tecnologia di bioprocessi all'Università di Borås".

 

Un focus sui paesi in via di sviluppo

"Il nostro concetto di business è la produzione di biogas flessibile ed economica. I paesi in via di sviluppo sono mercati importanti. La scalabilità dei reattori, con dimensioni che vanno da due metri cubi a diverse migliaia, è un grande vantaggio. È semplice e veloce aggiungere un altro reattore o sostituirlo con uno più grande".

"Il materiale rende i reattori leggeri e pieghevoli, quindi i costi di stoccaggio e trasporto sono bassi. Un reattore a eliminazione graduale è facilmente smontato e venduto sul mercato dell'usato. Sono duraturi e resistenti alle alte temperature, ai raggi UV e ai residui di processo. Un reattore di biogas tessile può effettivamente resistere a un terremoto", dice Fredrik.

 

Produzione di biogas in India

FOV Biogas e la controllata FOV Biogas India hanno installato reattori a biogas a Chennai, Bangalore, Mumbai e in altre località dell'India. Il gas è utilizzato al posto del GPL per la cottura nelle abitazioni locali.

"A Chennai, i mangimi sono rifiuti dell'industria dello zucchero. Il reattore tessile avanzato è facile da installare, utilizzare e mantenere. Non meno importante è il fatto che è molto conveniente rispetto ai sistemi alternativi".

"Entro una settimana dall'installazione, il reattore produce metano ad alta energia. L'aggiunta giornaliera di 100 kg di rifiuti dell'industria dello zucchero si traduce ogni giorno a 8 metri cubi di biogas. La quantità corrisponde a 65 bombole di GPL (19 kg per pezzo) e consente un notevole risparmio. Ci aspettiamo che il tempo di ammortamento di questo sistema sia di 1,5 anni, il che è paragonabile alle nostre altre installazioni di reattori: un digestore di rifiuti di frantoio di palma in Indonesia, ad esempio".

"Oltre al biogas, il residuo del processo è un fertilizzante di alta qualità, che può essere utilizzato sui terreni locali. Vediamo un grande potenziale per produrre sia biogas che fertilizzanti in molti paesi: Brasile e Vietnam, per esempio. I residui dal cibo e i rifiuti organici industriali sono sicuramente una risorsa in gran parte non sfruttata", afferma Fredrik Johansson.

 

 


Newsletter Alma

Si prega di digitare Nome e Cognome.


Si prega di inserire una Email.
Acconsento



Contatta la Business School
Seguici su:

Questo sito usa cookie, anche di terzi, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Procedendo con la navigazione accetti l'uso di tali cookie. Leggi Cookie Policy.