Giornalista d’inchiesta, per l’ex agente Digos Prestigiacomo “è come un investigatore”

Giornalista d’inchiesta

Il giornalista d'inchiesta come un investigatore. Questo il pensiero dell’ex agente della Digos Gianluca Prestigiacomo.

Analista per la Divisione Investigazioni Generali e Operazioni Speciali, ha raccontato la sua esperienza in un’interessante intervista rilasciata a “Il Giornale”.

Uno spaccato della trentennale carriera di Prestigiacomo tra le fila della Digos, fino a un cambiamento per certi versi difficile da immaginare: la virata verso il mondo dell’informazione, e nello specifico, del giornalismo d’inchiesta. L’ex agente, in servizio per la Digos di Venezia dagli anni Ottanta fino al 2021, nella sua carriera ha attraversato fasi delicate della nostra storia repubblicana.

“Nel mio percorso non ho mai abbandonato la mia passione per il giornalismo e nel 2007, mentre ero ancora in servizio, mi sono iscritto all’Ordine”, ha raccontato Prestigiacomo. “Al di là dei rapporti, in alcuni casi, tra me e i giornalisti, c’è stata una collaborazione. Ho sempre sostenuto che un buon rapporto con i giornalisti, anche a volte di tipo personale, è importante”.

Un parallelismo inaspettato: “Ci sono stati degli ambiti specifici in cui l’attività giornalistica è stata importante e anche d’aiuto. I giornalisti e le giornaliste d’inchiesta, almeno quelli e quelle che ho conosciuto io, spesso hanno delle motivazioni talmente forti, una determinazione tale che svolgono un lavoro investigativo quasi alla pari di quello degli investigatori veri e propri”.

Iscriviti alla
Newsletter

Si prega di inserire una Email.
Si prega di inserire una Email.

Risorse Alma Laboris

Opportunità

Press Area