Master Finanza e Controllo di Gestione

Una Visione Executive su Finanza, Budgeting, Reporting e Analisi degli Scostamenti con lʼAusilio dei più Moderni Sistemi Informativi
100 ore di Formazione con Taglio Pratico in Formula Weekend in Aula (Roma e Milano) e Online (Live Streaming)



Finanza sostenibile, che cos'è

Finanza sostenibile, che cos'è: definizione, tesi ESG, Master

La finanza e il controllo di gestione delle aziende, a livello micro come da un punto di vista macro, indirizzano gli investimenti di capitale più ingenti verso l’una o l’altra strada.

Scegliere quella della sostenibilità, oggi più che mai, è una necessità più che un’opzione da contemplare. La disciplina della finanza sostenibile, a tal proposito, costituisce uno degli argomenti più importanti in questa materia, per la rilevanza che ha acquisito nel contesto attuale e per il posto che occupa nel mondo del lavoro e nel contesto professionale attuale. Vediamo insieme che cos’è, cosa significa, quale può essere una definizione efficace in tal senso, e perché è importante frequentare un Master in finanza sostenibile.

Che cos’è la finanza sostenibile: definizione e significato

Il settore finanziario detiene un enorme potere nel finanziare e sensibilizzare sui temi della sostenibilità, sia consentendo la ricerca e lo sviluppo di fonti energetiche alternative sia sostenendo le imprese che seguono pratiche di lavoro eque e sostenibili. È per questo che la finanza sostenibile è così importante.

Una definizione efficace di questo fenomeno può essere quella che vede questa disciplina come il complesso delle decisioni di investimento che tengono conto dei fattori ambientali, sociali e di governance (ESG) di un'attività o progetto economico.

Sulla sigla ESG torneremo tra poco; concentrandoci sul significato dell’espressione, possiamo riassumerla in maniera ancor più sintetica: la finanza sostenibile è l'applicazione del concetto di sviluppo sostenibile all'attività finanziaria, ovvero attraverso l'uso razionale delle risorse in modo da non compromettere la capacità delle risorse stesse di continuare a produrre valore nel tempo.

La tesi dell’ESG per spiegare questo fenomeno

Le strategie di finanza sostenibile portano ogni investimento a essere considerato non solo in termini di ritorno economico, ma anche in quelli di ritorno sociale e ambientale, per realizzare un cambiamento sociale considerato positivamente dai sostenitori del progetto.

Come detto in precedenza, questa disciplina si rifà al processo di prendere in considerazione le considerazioni ambientali, sociali e di governance (ESG) quando si prendono decisioni di investimento nel settore finanziario, portando a investimenti più a lungo termine in attività e progetti economici sostenibili.

La tesi che si basa sull’ESG, acronimo di Environment, Social e Governance, poggia sull’assunto per cui chiunque lavori nella finanza sostenibile debba compiere degli investimenti che contribuiscono allo sviluppo sostenibile e creazione di valore in termini economici, ambientali e sociali. Non solo per il singolo privato, per l’azienda, ma in maniera più estesa per la comunità, sulla quale si riversano tutti gli effetti, positivi o negativi che siano di ognuno degli investimenti compiuti.

Perché è importante acquisire una formazione di livello nell’ambito

La sostenibilità, come vediamo, è ormai un concetto presente in tutti gli ambiti del sapere e in tutti i settori del mondo del lavoro. Costruire, sviluppare, migliorare qualsiasi sistema sostenibile porta dei vantaggi concreti a tutti noi, in termini economici e non solo, innalzando la qualità della vita generale e migliorando il nostro mondo. Anche la finanza, con la disciplina della finanza sostenibile, ha compreso il concetto di sistema che si autoproduce, non si esaurisce e porta benefici a tutti gli attori che ne fanno parte.

In questo contesto è facilmente immaginabile come acquisire una formazione di spessore possa rappresentare più che un valore aggiunto per tutti i professionisti del settore. Non solo un plus, ma un requisito indispensabile: se è vero che la sostenibilità è ormai un concetto preponderante nella gestione finanziaria delle aziende, c’è bisogno di professionisti che abbiano già sviluppato una mentalità improntata su questo principio, e che nel corso del loro background formativo abbiano acquisito le conoscenze e le skill adatte a intraprendere un percorso di carriera di successo.

Master finanza sostenibile, quale frequentare per trovare lavoro e fare carriera

Sono tante le opportunità da cogliere nel settore della finanza sostenibile: sono sempre più richiesti dalle aziende professionisti che applicano quotidianamente questo concetto nella loro vita lavorativa. Formarsi nell’ambito è una delle scelte migliori per i professionisti, e il Master in Finanza e Controllo di Gestione di Alma Laboris Business School, grazie alla sua caratterizzazione pratica e al Servizio Placement gratuito, è un’opzione sicuramente valida: nel programma didattico del percorso di Alta Formazione la finanza sostenibile trova il suo spazio, grazie agli insegnamenti di una Faculty Docenti composta da professionisti della finanza.

Il percorso include un Servizio Placement gratuito come quello ad opera dei professionisti del Cooming Job, la Placement Unit della Business School. Un Master dal taglio pratico, infatti, non può rinunciare a massimizzare la sua spendibilità nel contesto occupazionale; è proprio questo l’obiettivo di chi fa parte del Placement, chiamato a curare il profilo del singolo discente in maniera peculiare, affiancandolo in un percorso di sviluppo individuale che lo accompagna sin dalle prime lezioni del Master.

 

 

 

 











Cookie Privacy

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.