Alma Laboris Business School - Priorità sostenibilità per la Generazione Z: un consumo consapevole e orientato al futuro

Priorità sostenibilità per la Generazione Z: un consumo consapevole e orientato al futuro

Priorità sostenibilità per la Generazione Z: un consumo consapevole e orientato al futuro

La Generazione Z italiana sta emergendo come un gruppo di consumatori con priorità ben definite e un forte orientamento verso la sostenibilità.

La sostenibilità rappresenta la principale priorità per il 34% dei giovani intervistati, un dato significativamente superiore rispetto al 22% delle altre generazioni. Questo sottolinea come la Gen Z stia guidando un cambiamento verso un consumo più consapevole e responsabile.

Un consumo consapevole e responsabile

I giovani della Generazione Z mostrano un interesse crescente per l'impatto ambientale e la provenienza dei prodotti, specialmente nel settore alimentare. Quando mangiano fuori casa, prestano particolare attenzione alla sostenibilità delle opzioni disponibili, preferendo prodotti locali e metodi di trasporto pubblici per ridurre la loro impronta ecologica. La trasparenza nelle comunicazioni da parte delle aziende è un altro fattore cruciale per questi giovani consumatori, che vogliono essere sicuri di fare scelte informate e sostenibili.

L'importanza dei valori del brand

Entro il 2030, la Generazione Z potrebbe costituire il 25-30% del mercato del lusso globale, stimato tra i 540 e i 580 miliardi di euro. Nonostante la percentuale in Italia sia leggermente inferiore, la tendenza è chiara: i giovani consumatori sono sempre più interessati ai valori che i brand rappresentano e all'impatto che trasmettono. Questo interesse emerge già intorno ai 15 anni, segnalando un'evoluzione significativa nel panorama del consumo. I brand di lusso devono quindi adattarsi e comunicare in modo trasparente i loro sforzi di sostenibilità per attrarre e mantenere questi nuovi consumatori.

Un confronto con le altre generazioni

La rilevazione sui consumi mostra una marcata differenza tra la Gen Z e le altre generazioni. Mentre i giovani sono guidati principalmente dalla sostenibilità e dal contesto sociale (insieme rappresentano il 59% delle loro priorità), queste aree diminuiscono di rilevanza con l'aumentare dell'età. Le generazioni più anziane, come i Baby Boomer, che hanno beneficiato di condizioni economiche più favorevoli in passato, tendono a essere maggiormente influenzate dalla componente economica nelle loro scelte di consumo, quasi come se fosse un 'peccato originale' di accumulazione.

Iscriviti alla
Newsletter

Si prega di digitare Nome e Cognome.
Si prega di inserire una Email.
Campo non Valido

Risorse Alma Laboris

Opportunità

Press Area

Offerta Formativa

Placement

La Business School

ALMA IN.FORMA