Energia rinnovabile in Italia

Energia rinnovabile in Italia, la percentuale aggiornata: il report

Il recente report Global Electricity Review 2023 della Ember, leader nell'analisi dei dati energetici, mostra un trend incoraggiante verso un mondo più sostenibile e "pulito".

Secondo il report, alla fine del 2022 l'energia eolica e solare ha soddisfatto il 12% del fabbisogno energetico globale, un record mai raggiunto prima. Inoltre, le emissioni di carbonio prodotte dalla produzione di energia elettrica sono scese a un minimo storico di 436 gCO2/kWh, il livello più basso mai registrato.

Questi risultati positivi sono il prodotto della crescente diffusione dell'energia eolica e solare, ma anche dell'apporto di altre fonti di energia alternativa, come il nucleare e l'idroelettrica. Nonostante una generale diminuzione di queste ultime due, grazie al nuovo mix energetico sostenibile, il 39% del fabbisogno di elettricità mondiale è stato soddisfatto da energie rinnovabili.

Ciononostante, ci sono state anche delle sfide. Nel 2022, nonostante l'ascesa delle energie rinnovabili, è stato l'anno con il minor numero di centrali elettriche a carbone chiuse. Questo è principalmente dovuto alla situazione in Ucraina, che ha causato un aumento dei costi del gas e ha reso il 2022 l'anno con il minor numero di nuove centrali a gas costruite in 18 anni.

In Europa, nonostante le sfide, la diffusione delle energie rinnovabili procede senza sosta. Secondo le previsioni di Ember, entro il 2030 l'Europa produrrà il 45% del suo fabbisogno energetico da fonti rinnovabili, superando l'obiettivo del piano Fit for 55 del 2021, che era del 40%.

Per quanto riguarda l'Italia, c'è ancora molto lavoro da fare. Tra il 2015 e il 2020, la percentuale di energia elettrica italiana prodotta da energia eolica e solare è passata solo dal 13% al 16%. Tuttavia, l'Italia si è impegnata a eliminare completamente le centrali a carbone entro il 2025 e il piano è di installare fino a 70 GW di energia rinnovabile nel prossimo decennio.

Secondo Ember, nel 2023 potrebbe verificarsi un calo nella produzione di energia elettrica da fonti fossili, con diminuzioni più significative negli anni successivi. Se ciò dovesse accadere, sarebbe l'inizio di una nuova era per il settore energetico globale.

Image


POTREBBE INTERESSARTI


Cookie Privacy

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.