Master Energy Manager, Energy Management

Energy Management

Edizione Novembre 2017: Milano (8a Ed.) Roma (8a Ed.) Torino (4a Ed.) Padova (6a Ed.) Bologna (6a Ed.) Napoli (8a Ed.) Bari (1a Ed.)

 

Programma Didattico del Master

MODULO 1: INTRODUZIONE ALL' ENERGY MANAGEMENT (ELEMENTI COSTITUTIVI)



Parte Prima: La Figura  dell'Energy Manager  e il Quadro Legislativo
• La figura dell'Energy Manager:
     › Ruolo, competenze, ambiti di azione;
• Il Quadro legislativo per l'efficienza energetica:
     › La Legislazione Comunitaria;
     › La Legislazione Nazionale;
     › La Normazione Tecnica;
• I principali obblighi legislativi;
     › Gli obblighi per le imprese (industria/terziario);
     › Gli obblighi per il residenziale;


Parte Seconda: Il Mercato Energetico
• Il Mercato dell'energia elettrica:
     › La filiera: gli attori;
     › Il mercato: libero (borsa elettrica) e tutelato;
     › La struttura dei costi: la bolletta;
     › Il bilanciamento della rete elettrica;
     › Confronti internazionali dei prezzi;
• Il Mercato del gas:
     › La filiera: gli attori;
     › Il mercato: libero (borsa del gas / hub) e tutelato;
     › La struttura dei costi: la bolletta;
     › Lo stoccaggio e il trasporto del gas;
     › Confronti internazionali dei prezzi;
• L'acquisto dell'energia elettrica e del gas:
     › La scelta del contratto;
     › I modelli di accordo con il fornitore e i metodi di acquisto;
     › I prezzi dell'energia (PUN, prezzi fissi e prezzi  indicizzati);
• Il bilancio energetico italiano:
     › Consumi per fonte e settore;

 


MODULO 2: STRATEGIE POLITICHE A TUTELA DELL’AMBIENTE


Parte Prima : Le Politiche Energetiche ed Ambientali
• Dal Protocollo di Kyoto al COP21;
• Le Politiche Comunitarie:
     › Il pacchetto energia-clima 20-20-20;
     › C02 ed Emission Trading;
• La Pianificazione Energetica Nazionale e Territoriale:
     › Regolamenti Edilizi e piani Energetici;
     › Il Bilancio Energetico Comunale: analisi e prospettive future;
     › Patto dei Sindaci e Piano di Azione per le Energie sostenibili (PAES):
     › Azioni a breve e lungo termine;
     › Implementazione del PAES;
     › Management del PAES;
• Oltre il Patto dei Sindaci: nuove prospettive nella politica europea  per l'Ambiente;

Parte Seconda: Gli Impatti Ambientali degli Impianti
• Impatto ambientale degli impianti a ciclo inverso:
     › Indici di impatto ambientale;
• Impatto ambientale dei fluidi frigorigeni:
     › Effetto serra;
     › Riduzione dell'ozono stratosferico
• Impatto ambientale degli impianti di riscaldamento tradizionali:
     › Effluenti dagli impianti termici tradizionali;
     › La riduzione delle emissioni di PTS, COV e CO: Tecnologie e  normativa;

Parte Terza: Gli Incentivi all' Efficienza
• I soggetti: GSE, ENEA, UTF
• I meccanismi incentivanti:

Gli incentivi per l'efficienza termica
• Le detrazioni fiscali del 65%;
• Il Conto Termico;Gli incentivi al fotovoltaico
• Il Conto Energia;
• Il Ritiro dedicato;
• Lo Scambio sul posto;


Gli incentivi alle FER diverse dal fotovoltaico
• I Certificati Verdi;
• Il DM  6/7/12;
• Il DM  23/6/16;
• La tariffa omnicomprensiva;
     › I Titoli di Efficienza Energetica (Certificati Bianchi);
     › La Cogenerazione ad Alto Rendimento (CAR);
     › I Sistemi Efficienti di Utenza (SEU-SEESEU);
•La certificazione degli impianti e delle fonti;

 

MODULO 3: LA DIAGNOSI ENERGETICA  (UNI CEI EN 16247)



• Diagnosi e certificazione energetica:
     › Definizioni e differenze;
• Il Quadro legislativo di riferimento:
     › Gli standard per la Diagnosi Energetica
     › Il D.Lgs. n. 102/2014
• L'allegato 2 al D.Lgs. n.  102/2014: elementi minimi della diagnosi energetica
• I chiarimenti del MiSE sul D.Lgs. n. 102/2014
• I principi della Diagnosi Energetica
     › La baseline di riferimento
     › Il monitoraggio in sito
• La UNI CEI-EN 16247 - Parte 1:  Requisiti generali
     › Le caratteristiche della "Diagnosi Energetica di buona qualità"
     › Le fasi del processo di Diagnosi Energetica
        (punto 5 della UNI CEI EN 16247-1) dell'Auditor Energetico
     › Auditor Energetico vs. EGE
• Il contatto preliminare
• L'incontro di avvio
• La raccolta dati
• Le attività in campo
• L'analisi
• Il rapporto finale
• L'incontro di chiusura
• Il novero delle opportunità di risparmio energetico
• La Life Cycle Cast Analysis (LCCA): indici di riferimento e metodologie di calcolo
• I Requisiti per Diagnosi Energetiche specifiche:
     › UNI CEI EN 16247- Parte 2:  Edifici
     › UNI CEI EN 16247- Parte 3:  Processi industriali
     › UNI CEI EN 16247- Parte 4: Trasporti
• UNI CEI EN 16247- Parte 5:  Competenze e comportamento etico

 

MODULO 4: LE FONTI DI ENERGIA



• Le fonti di energia
     › Fossili:  Petrolio, Gas naturale, Carbone,  Nucleare
     › Rinnovabili:  Sole, Vento, Acqua, Geotermia, Biomasse,  Rifiuti, Idrogeno
• La generazione di energia elettrica e termica/frigorifera
     › Gli impianti tradizionali
     › Gli impianti a fonti rinnovabili:
       - Solare fotovoltaico
       - Solare termico
       - Eolico
       - Idroelettrico
       - Mareomotrice
       - Geotermico
       - Generatore a biomassa
       - Termovalorizzatore
       - Fuel Celi
     › La Cogenerazione e la Trigenerazione
     › La refrigerazione civile e industriale
     › Localizzazione degli impianti: vincoli e costruzione del consenso
• I sistemi di accumulo dell'energia
     › Meccanico
     › Elettrochimico
     › Termico
• Il trasporto dell'energia
     › Le reti elettriche
     › Il teleriscaldamento

 

MODULO 5: EFFICIENTAMENTO ENERGETICO PER GLI IMPIANTI ELETTRICI



• Gli impianti elettrici
     › I trasformatori
     › I motori elettrici: tipologie e caratteristiche
• Il monitoraggio dei consumi elettrici
     › I sistemi di misura e monitoraggio (Smart Metering)
• Efficientamento degli impianti elettrici
     › Ottimizzazione conduzione e manutenzione: controllo e regolazione
     › Gestione automatizzata: domotica
     › Rifasamento
     › lnverter
     › Motori ad alta efficienza
     › Illuminazione ad alta efficienza
     › Ottimizzazione sistemi ad aria compressa
• Efficientamento della rete elettrica
     › Smart Grids

 

MODULO 6: EFFICIENTAMENTO ENERGETICO IMPIANTI TERMICI (HVAC)


• Richiami di termodinamica e di psicrometria
     › I  bilanci di massa e di energia del sistema edificio/ impianto
     › Condizioni stazionarie e non stazionarie
     › L'involucro ed il calcolo del carico di punta e della prestazione energetica
     › La trasmittanza periodica
• Fondamenti di benessere termoigrometrico
     › Definizione
     › Variabili e indici
• I  sistemi per la ventilazione meccanica (VMC e UTA)
     › Tipologie, caratteristiche tecniche e prestazionali
• I  sistemi per la climatizzazione invernale ed estiva
     › Tipologie, caratteristiche tecniche e prestazionali
• Efficientamento degli impianti di climatizzazione
     › Progettazione e installazione in edifici nuovi
     › Miglioramento e ottimizzazione in edifici esistenti
• Efficientamento degli impianti termici industriali
     › Recuperi termici;
     › Cicli ORC;


 

MODULO 7:  LA NORMA ISO 50001 / SISTEMA DI GESTIONE PER L’ENERGIA


 

Parte Prima: I Benefici Di Una Gestione Sistemica Dell’energia In Azienda

• La normativa cogente e volontaria in tema di Efficienza Energetica;
• Lo scopo di un Sistema di Gestione dell’ Energia;
• I requisiti e le finalità della norma ISO 50001 ed il confronto con altri Schemi;
• Come implementare un sistema conforme ai requisiti della Norma ISO 50001;
     › Responsabilità della Direzione (4.1);
     › Politica e Pianificazione energetica (4.3 e 4.4));
     › Attuazione e Funzionamento (4.5);
     › Verifica (4.6);
     › Riesame della Direzione (4.7);
• Conduzione degli audit in ambito energetico;

Parte Seconda: Conduzione degli Audit In Ambito Energetico (Corso Uni En Iso 19011/2012 qualificato KHC)

• Aspetti normativi connessi all’attività di Audit;
• La norma UNI EN ISO 19011:2012;
• Indice, introduzione, scopo, campo di applicazione;
• Principi dell’attività di Audit;
• Gestione di un programma di Audit;
• Fattibilità dell’Audit;
• Piano di Audit;
• Competenza e valutazione degli Auditor – Caratteristiche;
• Aspetti comportamentali;
• I regolamenti tecnici e le competenze;
• Non conformità ed osservazioni;
• Azioni correttive;
• Azioni preventive;

 

MODULO 8:  IL PROJECT MANAGEMENT NEL SETTORE ENERGIA:  STRUMENTI DI FINANZIAMENTO E BUSINESS PLAN


• Project Management
     › Quali ruoli e funzioni
• Come Costruire un Business Pian
     › Ricavi, costi, investimenti, tempi e rischi
• Come Valutare  un Business Pian
     › «What lf Analysis»
• Individuazione, Analisi e Mitigazione dei Rischi
• L'analisi finanziaria dell'investimento
• Modalità e Strumenti di Finanziamento
     › In Proprio (Equity): Project Financing, Equity Crowdfunding
     › A Debito: Strumenti Creditizi,  Mini-Bond,  FTT, ESCo
     › Gli Strumenti di finanziamento italiani e europei nel settore dell'Energia
• Incentivi e Fondi Europei per la «low carbon economy»
     › Fondi europei diretti ed indiretti (fondi strutturali)
     › I Programmi operativi regionali
• Le principali forme contrattuali utilizzate in ambito energetico
     › Gli Energy Performance Contract (EPC)
• Quando e come utilizzare una ESCo
• Il controllo dell'Execution
     › Team, qualità, tempi e costi
• Il reporting di progetto
     › La verifica con la committenza
› L'analisi dei risultati ottenuti
• La selezione dei progetti in una prospettiva strategica

 

 

Questo sito usa cookie, anche di terzi, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Procedendo con la navigazione accetti l'uso di tali cookie. Cookie Policy.