affinity score

L'Inps lancia "Affinity Score", rivoluzionando la ricerca di lavoro con l'intelligenza artificiale

L'Inps ha recentemente introdotto un avanzato sistema informativo chiamato "Affinity score", segnando un passo significativo nel campo della ricerca di lavoro.

Utilizzando le tecniche sofisticate del machine learning, questo sistema promette di rivoluzionare il modo in cui gli utenti cercano e trovano opportunità di lavoro, allineando le offerte con le competenze individuali.

Vincenzo Caridi, direttore generale dell'Inps, ha rivelato questa innovazione alla fine di novembre, enfatizzando l'importanza di questa mossa nel contesto della modernizzazione dell'istituto.

Il "Sistema Informativo per l'Inclusione Sociale e Lavorativa" (Siisl) è una piattaforma che facilita l'abbinamento tra le richieste di occupazione e le offerte di lavoro disponibili. Offre inoltre accesso a corsi formativi che consentono agli utenti di sviluppare le competenze richieste dal mercato. L'obiettivo è colmare il divario, noto come "mismatch", nel mercato del lavoro.

Una delle caratteristiche più innovative del sistema è il "Consulente Virtuale Intelligente". Questo strumento, basato sull'intelligenza artificiale generativa, permetterà agli utenti di interagire con la piattaforma in modo colloquiale. Caridi sottolinea che questo rappresenterà un significativo salto di qualità nell'esperienza d'uso della piattaforma, aumentando l'efficienza e l'efficacia del sistema di incontro tra domanda e offerta di lavoro.

Inoltre, la piattaforma Siisl sarà resa accessibile anche alle aziende, con l'apertura di un canale diretto di interlocuzione nel corso del primo trimestre. Questo aspetto rafforza ulteriormente il legame tra il mondo del lavoro e le esigenze del mercato.

La ministra del Lavoro e delle Politiche Sociali, Maria Elvira Calderone, ha espresso approvazione per questa iniziativa, definendola una delle esperienze più significative di utilizzo dell'intelligenza artificiale da parte della Pubblica Amministrazione. La ministra ha enfatizzato l'importanza di gestire attivamente l'intelligenza artificiale, piuttosto che subirla passivamente.

Image
Cookie Privacy

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.