Blog Lavoro

Formazione e Carriere: Approfondimenti, News e Tendenze dal Mondo del Lavoro

Si prega di digitare Nome e Cognome.

Si prega di inserire una Email.


Blog Lavoro - Archivio

Incoterms 2020: principali cambiamenti

I nuovi Incoterms 2020 sono in fase di stesura nella Camera di commercio internazionale (ICC) che li pubblica dal 1930. Negli ultimi decenni, c'è sempre stata una revisione degli Incoterms in concomitanza con il primo anno di ogni decennio 1990, 2000 e 2010 che è l'ultima versione attualmente in vigore.

 

Gli Incoterms 2020 sono stati redatti da un Comitato di esperti (Drafting Group) che per la prima volta include rappresentanti dalla Cina e dall'Australia, sebbene la maggior parte dei membri sia europea. Questo comitato si riunisce periodicamente per discutere le diverse questioni che vengono dai 150 membri (principalmente camere di commercio) della Camera di commercio internazionale.
I nuovi Incoterms dovrebbero comparire nell'ultimo trimestre del 2019, contemporaneamente al centenario della Camera di commercio internazionale, e entreranno in vigore il 1 ° gennaio 2020.

Alcuni dei nuovi cambiamenti che vengono valutati per essere inclusi nella nuova edizione degli Incoterms 2020 sono:

 

Rimozione degli Incoterms EXW e DDP

Sarebbe un cambiamento molto importante dal momento che l’EXW (Ex Works) è un Incoterm utilizzato in molte aziende con poca esperienza di esportazione, e i DDP (Delivered Duty Paid) sono comunemente usati soprattutto per merci (ad esempio, campioni o pezzi di ricambio) che vengono inviati dai corrieri e tramite corrieri espressi che trattano con tutte le procedure logistiche e doganali fino alla consegna all'indirizzo dell'acquirente.

La giustificazione per eliminare questi due termini è che si tratta di operazioni realmente domestiche: nel caso di EXW dal venditore-esportatore e in DDP compratore-importatore. Inoltre, questi due Incoterms contraddicono, in qualche modo, il nuovo codice doganale dell'Unione europea poiché la responsabilità degli esportatori e degli importatori si verifica una volta effettuata la liquidazione delle esportazioni e delle importazioni.

Rimozione di Incoterm FAS

FAS (Free Alongside Ship) è un Incoterm poco usato e, di fatto, non contribuisce quasi nulla al FCA (Free Carrier Alongside) che viene utilizzato quando la merce viene consegnata nel porto di partenza nel paese dell'esportatore. Con FCA, l'esportatore può anche consegnare le merci al molo, come in FAS, dal momento che la banchina fa parte del terminal marittimo. D'altra parte, se viene utilizzato FAS e si verifica un ritardo nell'arrivo della nave, la merce sarà disponibile per l'acquirente al molo per diversi giorni e, al contrario, se la nave arriva in anticipo, la merce non sarà disponibile per la spedizione. In realtà, FAS viene utilizzato solo per l'esportazione di alcuni prodotti (minerali e cereali) e, in questo senso, il Comitato di Redazione sta valutando la convenienza di creare un Incoterm specifico per questo tipo di prodotti.

Dividere FCA in due Incoterms

FCA è l'Incoterm più utilizzato (circa il 40% delle operazioni di commercio internazionale vengono effettuate con questo Incoterm) poiché è molto versatile e consente la consegna di merci in luoghi diversi (indirizzo del venditore, terminal di trasporto terrestre, porto, aeroporto, ecc.), il più delle volte, si trovano nel paese del venditore. Il Comitato sta valutando la possibilità di creare due FCA di Incoterms; uno per la consegna terrestre e un altro per la consegna marittima.

FOB e CIF per la spedizione di container

La modifica apportata nell'edizione di Incoterms 2010 che quando la merce non viaggia in un container, non deve essere utilizzata negli Incoterms FOB e CIF, ma le loro controparti FCA e CIP non vengono applicate dalla maggior parte delle società esportatrici e importatrici, né da agenti coinvolti nel commercio internazionale (spedizionieri, operatori logistici, banche, ecc.). Ciò è dovuto al fatto che FOB e CIF sono due vecchi Incoterms (FOB era già stato utilizzato in Inghilterra alla fine del XVIII secolo) e la Camera di commercio internazionale non ha fatto uno sforzo per trasmettere adeguatamente questo cambiamento, che è molto importante, dal momento che circa l'80% del commercio mondiale è spedito in un container. Nella versione Incoterms 2020, è possibile che FOB e CIF possano essere riutilizzati per la spedizione di container, come nel caso di Incoterms 2000 e versioni precedenti.

Creazione di un nuovo Incoterm: CNI

Il nuovo Incoterm sarebbe denominato CNI (Cost and Insurance) e coprirebbe un divario tra FCA e CFR / CIF. Diversamente dalla FCA, che includerebbe il costo dell'assicurazione internazionale a titolo di venditore-esportatore, e al contrario di CFR / CIF che non includerebbe il trasporto merci. Come negli altri Incoterms in "C", questo nuovo Incoterm sarebbe un "Incoterm di arrivo", cioè il rischio di trasporto sarebbe trasmesso dal venditore all'acquirente nel porto di partenza.

Due Incoterms basati su DDP

Come per FCA, anche DDP (Delivered Duty Paid) genera alcuni problemi a causa del fatto che i dazi doganali nel paese importatore sono pagati dall'esportatore-venditore, indipendentemente dal luogo di consegna della merce. Per questo motivo, il Comitato di redazione sta valutando la possibilità di creare due Incoterms basati su DDP:

  • DTP (Delivered at Terminal Paid): quando le merci vengono consegnate a un terminal (porto, aeroporto, centro di trasporto, ecc.) Nel paese dell'acquirente e il venditore si assume il pagamento dei dazi doganali.
  • DPP (Delivered at Place Paid): quando le merci vengono consegnate in qualsiasi luogo diverso da un terminal di trasporto (ad esempio, all'indirizzo del compratore), e il venditore si assume il pagamento dei dazi doganali.

Oltre all'eliminazione e alla creazione di alcuni Incoterms, il Comitato di Redazione sta analizzando altre questioni da includere nella nuova versione degli Incoterms 2020. Tra questi:

  • Sicurezza del trasporto;
  • Regolamento sull'assicurazione dei trasporti;
  • La relazione tra gli Incoterms e il Contratto di vendita internazionale.

Nei prossimi mesi, il Comitato si incontrerà periodicamente per affrontare queste e altre questioni che verranno infine incorporate negli Incoterms 2020.

 

 


Blog Lavoro - Archivio

Oltre la Didattica

17 Giu 2019 12:38 - Alma Laboris - Docente: Domenico del Sorbo

Come abbiamo già visto nel precedente lavoro, l’art. 2 UCP 600 ICC indica che “Presentazione Conforme” [ ... ]

17 Giu 2019 12:38 - Alma Laboris - Docente: Domenico del Sorbo

Come abbiamo già visto nel precedente lavoro, l’art. 2 UCP 600 ICC indica che “Presentazione Conforme” [ ... ]

17 Giu 2019 12:38 - Alma Laboris - Docente: Domenico del Sorbo

Come abbiamo già visto nel precedente lavoro, l’art. 2 UCP 600 ICC indica che “Presentazione Conforme” [ ... ]

Contatta la Business School
Seguici su:

Questo sito usa cookie, anche di terzi, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Procedendo con la navigazione accetti l'uso di tali cookie. Leggi Cookie Policy.