Formazione e Carriere: Approfondimenti, News e Tendenze dal Mondo del Lavoro


 
Resta Aggiornato!!!
Iscriviti al Blog per ricevere News e Approfondimenti dal Mondo del Lavoro

Si prega di inserire una Email.
Valore non valido
Image

POTREBBE INTERESSARTI


La cooperazione globale "può aprire nuove porte per la finanza islamica"

La cooperazione regionale e globale può aprire nuove porte al settore della finanza islamica e non possiamo sperare in un nuovo paradigma di crescita mantenendo lo status quo, ha affermato Rasheed Mohammed Al Maraj, Governatore della Banca centrale del Bahrain.

Parlando alla World Islamic Banking Conference (WIBC), la più grande e prestigiosa riunione di leader bancari e finanziari islamici nel mondo, ha affermato: "La magia di tale cooperazione globale funziona quando sono in atto alcuni prerequisiti, ovvero la leadership, standardizzazione, buona governance e gestione dei rischi e conformità".

 

World Islamic Banking ConferenceART Rotana Hotel, Amwaj Islands, Bahrain

L'edizione del 25° anniversario della WIBC è stata lanciata sotto il patronato di Khalifa Bin Salman Al Khalifa, Primo Ministro del Bahrain, presso l'ART Rotana Hotel, Amwaj Islands, Bahrain.

Convocato da Middle East Global Advisors, una delle principali piattaforme di intelligence finanziaria che facilita lo sviluppo di economie basate sulla conoscenza nei mercati MENASEA e in partnership strategica con la Banca Centrale del Bahrain, il forum sta conducendo una serie di discussioni incentrate su "Finanza islamica e sostenibilità Crescita economica nell'era della disgregazione", un tema riecheggiato all’interno della conferenza per fungere da punto di controllo definitivo per il settore bancario e finanziario globale islamico.

Mostrando il suo sostegno alle entità della finanza islamica per prosperare e crescere a livello globale e sottolineando la via da seguire per l'industria, Al Maraj ha dichiarato: "La finanza islamica ha seguito un modello di crescita frammentario sin dall'inizio con alla guida diversi paesi del Medio Oriente e del Sud-est asiatico. Questi modelli specifici per paese hanno ottenuto un ragionevole successo come misurato dalla quota della finanza islamica nei rispettivi mercati. Vorrei tuttavia sostenere che il ridotto ritmo di crescita suggerisce che non possiamo sperare in un nuovo paradigma di crescita mantenendo lo status quo. Se gli sviluppi nel settore finanziario convenzionale sono un indicatore, è ragionevole aspettarsi che la cooperazione regionale e globale possa aprire nuove porte al settore finanziario islamico".

 

"Gli standard della Shari'ah, gli standard contabili, gli standard prudenziali e le migliori pratiche di mercato, tutti devono essere sviluppati per il settore della finanza islamica tenendo presente l'audience globale. AAOIFI ha svolto un eccellente lavoro sulla Shari'ah e gli standard contabili mentre l'Islamic Financial Services Board (IFSB) ha sviluppato standard di adeguatezza del capitale e di gestione del rischio conformi alle migliori pratiche globali. Il mercato finanziario islamico internazionale (IIFM) ha dato un prezioso contributo alla standardizzazione dei contratti monetari e del mercato dei capitali nonché dei contratti di finanziamento. La recente approvazione da parte del FMI dei principi fondamentali proposti dall'IFSB, per la regolamentazione della finanza islamica e della loro metodologia di valutazione per le valutazioni del settore finanziario, è una grande notizia per l'accettazione globale della finanza islamica. Ciò di cui abbiamo bisogno ora è convincere i regolatori e gli operatori del mercato ad adottare gli standard AAOIFI, IFSB e IIFM nei rispettivi mercati", ha aggiunto Maraj sottolineando la necessità di standardizzazione per consentire la crescita globale.

 

L’e-commerce

Commentando l'aspetto mutevole dei servizi finanziari dovuto all'avvento della digitalizzazione, il dott. Sami Al-Suwailem, direttore del Financial Product Development Centre, Islamic Research & Training Institute e Islamic Development Bank, nel suo discorso principale ha dichiarato: "Le dimensioni dell'e-commerce è circa tre volte più grande dell'industria finanziaria islamica. Ciò significa che vi è un ampio spazio per l'industria per investire e partecipare alla rivoluzione digitale. Inoltre, l'e-commerce sarà un ottimo canale per gestire la liquidità delle banche islamiche. Questa è una sfida che è restata a lungo in attesa di una soluzione. L'e-commerce sembra essere una sfera promettente. Con la rivoluzione fintech, le vendite online possono soddisfare senza problemi le esigenze della finanza islamica. Se le banche islamiche investono in questo settore, saranno potenzialmente in grado di raccogliere guadagni redditizi da un settore in grande espansione, gestirne la liquidità in modo efficiente e partecipare alla crescita e allo sviluppo dell’economia reale".

 

La conferenza ha anche ospitato un'intervista esclusiva di Khalid Al Rumaihi, amministratore delegato del Bahrain Economic Development Board, che si è concentrato su progetti e finanziamenti emergenti, l'imposta sul valore aggiunto che sarà implementata nel Regno oltre ai benefici e ai rischi della digitalizzazione.
 
Al Rumaihi ha discusso il ruolo integrale del governo nel sostenere il continuo sviluppo dell'economia locale; incoraggiare la collaborazione costante tra il settore pubblico e privato, nonché creare un ecosistema che porti al successo di start-up e imprenditori, al fine di garantire che il Regno mantenga il proprio primato sulla concorrenza nella trasformazione digitale tra le industrie. Al Rumaihi ha anche menzionato le tappe fondamentali raggiunte dai paesi del GCC negli ultimi trent'anni e il modo in cui hanno utilizzato la cooperazione bilaterale come fattore per promuovere i paesi fratelli e unire gli sforzi per avere successo nelle iniziative e nei piani stabiliti a tale riguardo.

 

In vista della sessione del panel sulla crescita economica e la finanza sostenibile, Adnan Ahmed Yousif, presidente e amministratore delegato di Al Baraka Banking Group, ha dichiarato: "La World Islamic Banking Conference, negli ultimi 25 anni, si è affermata come un forum globale chiave per discussioni approfondite sugli aspetti della continua crescita globale della finanza islamica. Il settore dei servizi finanziari islamici ha mostrato enormi progressi come una delle asset class in più rapida crescita nel mondo. L'industria continua ad espandersi in molti mercati emergenti e avanzati e introduce nuovi standard che dovrebbero ulteriormente aiutare a sviluppare prodotti e attrarre investitori".

 

 


Contatta la Business School
Seguici su:

Questo sito usa cookie, anche di terzi, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Procedendo con la navigazione accetti l'uso di tali cookie. Leggi Cookie Policy.