Formazione e Carriere: Approfondimenti, News e Tendenze dal Mondo del Lavoro


 
Resta Aggiornato!!!
Iscriviti al Blog per ricevere News e Approfondimenti dal Mondo del Lavoro

Si prega di inserire una Email.
Valore non valido
Image

POTREBBE INTERESSARTI


L’Export Manager uno dei profili più ricercati

L’Export Manager uno dei profili più ricercati

Quali sono le posizioni che offrono maggiori opportunità lavorative? Tra i profili più ricercati spicca in assoluto l'Export Manager, figura strategica che si rivolge ai mercati dei paesi emergenti.

 

Internazionalizzazione ed Export Manager

Sono le parole chiave che, nell’attuale scenario economico, diventano imprescindibili e determinanti per il successo delle imprese. Due elementi che funzionano da efficace antidoto contro la crisi. È su questo fronte, infatti, che si registrano dati particolarmente positivi per lo sviluppo dell’economia italiana.

A far decollare il Made in Italy e a farlo volare sempre più in alto nel mondo ci pensa l’Export Manager, figura professionale comparsa di recente sulla scena internazionale e destinata a crescere negli anni, tanto da conquistarsi il podio nella classifica delle professioni emergenti nel 2016, stilata da Technical Hunters.

Il ruolo di Export Manager vede un incremento delle richieste.

Sono 5 i profili principali che possono offrire le maggiori opportunità di occupazione nel corso del 2016, uno dei quali è l’Export Manager.

Perché è un profilo così ricercato?

In primis, per le sue competenze ancora poco diffuse sul mercato, mentre da parte delle aziende cresce la domanda. Ed è questo che fa dell’Export Manager una delle professioni più retribuite.

A questo proposito, l'Export Manager, solitamente inquadrato all'interno della direzione commerciale o della direzione export nelle aziende più strutturate, è la figura che partecipa alla definizione delle strategie commerciali e di marketing per le aree geografiche assegnate, avendo poi la piena responsabilità sul raggiungimento dei risultati di fatturato.

È una figura professione molto richiesta in diversi campi di attività. In una situazione di difficoltà economica, vendere all’estero diventa una necessità imprescindibile per molte realtà produttive, ad esempio nel settore alimentare: sono molti i produttori alimentari che, in seguito al calo dei consumi nel mercato interno, guardano ai mercati esteri, ampliando così i propri orizzonti per trovare nuove fonti di guadagno. L’Export Manager è essenziale all’interno di questa ristrutturazione, perché conosce il mercato estero sul quale si vuole investire ed è in grado di contribuire non solo all’esportazione dei prodotti tipici ma anche alla creazione di prodotti su misura per i consumatori locali.

Quali sono i requisiti di un Export Manager?

Per svolgere simili mansioni è evidente che l’Export Manager deve anzitutto conoscere le lingue straniere, almeno due, prima fra tutte l’inglese, nonché una lingua specifica dell’area geografica in cui lavora. Occorrono, inoltre, competenze specifiche relative alle strategie di marketing, alle tecniche di transazione e di negoziazione, alle procedure bancarie, contrattualistiche e assicurative.

Ma qual è il percorso formativo da seguire per qualificarsi al meglio e acquisire le competenze richieste?

Il punto di partenza nel percorso di formazione per diventare un perfetto Export Manager è il conseguimento di una laurea preferibilmente in Economia, Diritto Internazionale, Scienze Politiche o Ingegneria.

Successivamente all’esperienza universitaria, da integrare alla formazione accademica, è consigliabile una esperienza specialistica di settore come può essere il Master proposto da Alma Laboris in Export Management: Commercio Internazionale e Nuovi Mercati.

Successivamente, si inizierà con una prima esperienza di 2-3 anni come Export Area Manager, occupandosi di aree limitate di mercati esteri e si prosegue con una maggiore responsabilità, estesa a mercati sempre più importanti. Dopo 4-5 anni si potrà arrivare a ricoprire il ruolo di Export Manager con il compito di gestire una struttura di export area manager e successivamente si diventa Responsabile Vendite Estero. Una possibilità è anche quella di tornare in Italia come commerciale, per arrivare a occupare posizioni alte, ad esempio quella di Direttore Generale.

 

Ti piacerebbe specializzarti ed entrare nel Settore Import / Export?

Master e Carriere in Export Management e Commercio Internazionale.

 

 


Contatta la Business School
Seguici su:

Questo sito usa cookie, anche di terzi, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Procedendo con la navigazione accetti l'uso di tali cookie. Leggi Cookie Policy.