Blog Lavoro

Formazione e Carriere: Approfondimenti, News e Tendenze dal Mondo del Lavoro

Si prega di digitare Nome e Cognome.

Si prega di inserire una Email.


Blog Lavoro - Archivio

Energy Manager ed EGE: similitudini e differenze.

Energy Manager, EGE, Esperto Gestione Energia

L’accordo di Parigi sui cambiamenti climatici ha evidenziato positivamente la figura dell’Energy Manager, uno dei soggetti potenzialmente interessati, in Italia, alla certificazione come Esperto in Gestione dell’Energia (EGE).

Tale qualifica è divenuta obbligatoria, in conformità al D.Lgs. 102/2014, per i soggetti interessati a presentare in prima persona progetti nell’ambito dello schema dei certificati bianchi. Per contestualizzare, secondo i dati pubblicati nel 2015 dal GSE risultavano attivi, per aver presentato almeno un progetto per ottenere certificati bianchi, circa 150 soggetti con Energy Manager nominato (obbligati e volontari), un numero limitato se si considera che nel 2015 hanno nominato energy manager nei termini previsti dalla legge 10/1991 oltre 2.200 soggetti.

D’altra parte l’EM è ormai da considerarsi determinante nel supportare le imprese e gli enti nel tradurre l’esigenza di una gestione efficiente delle risorse in un’opportunità di revisione della propria “value proposition” e delle logiche di produzione di beni e servizi.

Negli ultimi anni a tale figura è spesso accostato l’Esperto in Gestione dell’Energia o EGE. Si tratta di una qualifica che può essere oggetto di certificazione di parte terza in base alla norma UNI CEI 11339, quale quella offerta da ALMA LABORIS con il Master “ENERGY MANAGEMENT”, che punta a offrire al mercato la possibilità di individuare velocemente professionisti e tecnici validi e con competenze ed esperienza in tema di Energy Management.

L’Energy Manager del futuro sarà capace di accompagnare la propria organizzazione nel riprogettare prodotti e servizi, logiche di fornitura, ambienti di lavoro e utilizzo di energia, acqua, rifiuti e materiali in modo da coniugare sviluppo del business e aspetti energetici, ambientali e sociali.

 

Sebbene Energy Manager ed EGE presentino ampie aree di sovrapponibilità, esistono delle differenze.

Se è logico che un Energy Manager consulente esterno sia un EGE, poiché in tal caso le capacità tecniche sono l’elemento più importante, nel caso delle organizzazioni medio-grandi il punto più importante è la capacità dell’Energy Manager (in questo caso interno all’organizzazione) di incidere sulle scelte aziendali. Ciò presuppone che l’Energy Manager abbia rapporti continuativi con il top management e che abbia quindi un ruolo dirigenziale. Non a caso la circolare MiSE 18 dicembre 2014, che fornisce le regole applicative sulla nomina dell’Energy Manager, recita:

“Il Responsabile si configura come una figura con funzioni di supporto al decisore in merito al miglior utilizzo dell’energia nella struttura di sua competenza. Nelle grandi strutture la figura del Responsabile appare equivalente a quella del soggetto responsabile del Sistema di gestione dell’energia, come definito dalla norma ISO 50001 e si configura come una funzione dirigenziale o comunque di livello adeguato allo svolgimento di tale ruolo”.

 

In questi casi può accadere che un Energy Manager non possieda tutti i requisiti per certificarsi EGE, in quanto risultano determinanti le capacità manageriali, la conoscenza dei processi decisionali aziendali e una visione allargata sulla catena di valore dell’impresa e sulle risorse che concorrono ad alimentarla, più che competenze tecniche approfondite di energy management. Tali competenze sono necessarie per un’azione efficace, ma possono essere apportate da uno o più Esperti di Gestione dell’Energia all’interno del gruppo di collaboratori dell’Energy Manager (o eventualmente come consulenti esterni).

 

 

Diventa Energy Manager ed Esperto in Gestione dell'Energia Qualificato con il Master ENERGY MANAGEMENT >>>

 

 


Blog Lavoro - Archivio

Oltre la Didattica

17 Giu 2019 12:38 - Alma Laboris - Docente: Domenico del Sorbo

Come abbiamo già visto nel precedente lavoro, l’art. 2 UCP 600 ICC indica che “Presentazione Conforme” [ ... ]

17 Giu 2019 12:38 - Alma Laboris - Docente: Domenico del Sorbo

Come abbiamo già visto nel precedente lavoro, l’art. 2 UCP 600 ICC indica che “Presentazione Conforme” [ ... ]

17 Giu 2019 12:38 - Alma Laboris - Docente: Domenico del Sorbo

Come abbiamo già visto nel precedente lavoro, l’art. 2 UCP 600 ICC indica che “Presentazione Conforme” [ ... ]

Contatta la Business School
Seguici su:

Questo sito usa cookie, anche di terzi, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Procedendo con la navigazione accetti l'uso di tali cookie. Leggi Cookie Policy.