Formazione e Carriere: Approfondimenti, News e Tendenze dal Mondo del Lavoro


 
Resta Aggiornato!!!
Iscriviti al Blog per ricevere News e Approfondimenti dal Mondo del Lavoro

Si prega di inserire una Email.
Acconsento
Image

POTREBBE INTERESSARTI


Europa 2020, 5 obiettivi verso un futuro sostenibile

Europa 2020, 5 obiettivi verso un futuro sostenibile

 

Europa 2020 è la strategia decennale per la crescita e l'occupazione che l'Unione Europea ha varato nel 2010.

 

L'UE si è data cinque obiettivi quantitativi da realizzare entro la fine del 2020. Riguardano l’occupazione, la ricerca e sviluppo, il clima e l'energia, l'istruzione, l'integrazione sociale e la riduzione della povertà.

Il pacchetto 2020 è una serie di norme vincolanti volte a garantire che l’UE raggiunga i suoi obiettivi in materia di clima ed energia.

Il pacchetto definisce tre obiettivi principali:

  • La riduzione delle emissioni di gas serra del 20% (o persino del 30%, se le condizioni lo permettono) rispetto al 1990;
  • Raggiungere il 20% del fabbisogno di energia ricavato da fonti rinnovabili;
  • Aumentare del 20% l'efficienza energetica.

Gli obiettivi della strategia sono stati fissati dai leader dell’UE nel 2007 e sono stati recepiti nelle legislazioni nazionali nel 2009per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva. L’UE sta prendendo iniziative in diversi settori per raggiungerli.

 

Sistema di scambio di quote di emissione (ETS)

L’ETS, ovvero il “Sistema di Scambio di Quote di Emissione” è il principale strumento dell'UE per ridurre le emissioni di gas a effetto serra dei grandi impianti dei settori energetico, industriale e dell'aviazione.

L'ETS interessa circa il 45% delle emissioni di gas a effetto serra dell'UE.

Per il 2020 l'obiettivo è ridurre del 21% rispetto al 2005 le emissioni di questi settori.

 

Obiettivi nazionali di riduzione delle emissioni (Non ETS)

Questi obiettivi riguardano i settori che non rientrano nell'ETS e che rappresentano circa il 55% delle emissioni totali dell'UE:

  • Edilizia;
  • Agricoltura;
  • Rifiuti;
  • Trasporti (esclusa l’aviazione).

I paesi dell'UE hanno recepito gli obiettivi vincolanti annuali relativi alla riduzione delle emissioni di questi settori entro il 2020 (rispetto al 2005), previsti dalla "decisione sulla ripartizione degli sforzi".

Gli obiettivi variano a seconda del reddito nazionale, da una riduzione del 20% per i paesi più ricchi a un aumento massimo del 20% per quelli meno ricchi (tuttavia si prevedeva che avrebbero dovuto compiere ugualmente degli sforzi per limitare le emissioni).

La Commissione verifica i progressi compiuti ogni anno e ciascun paese è tenuto a riferire in merito alle proprie emissioni.

 

Energie rinnovabili: gli obiettivi nazionali.

Gli Stati membri dell'UE hanno recepito anche gli obiettivi vincolanti nazionali relativi all'aumento della quota di consumo energetico soddisfatta da fonti rinnovabili entro il 2020 previsti dalla direttiva sulle energie rinnovabili.

Anche questi obiettivi variano in modo da riflettere la situazione di partenza dei diversi paesi per quanto riguarda la produzione di energia da fonti rinnovabili e la capacità di incrementarla ulteriormente, dal 10% di Malta al 49% della Svezia.

L’effetto complessivo permetterà all’UE nel suo insieme di raggiungere:

  • L’obiettivo del 20% entro il 2020 (più del doppio rispetto al 9,8% del 2010);
  • Una quota del 10% di energie rinnovabili nel settore dei trasporti.

 

 

La Gestione Energetica ISO 50001.

Il continuo incremento dei costi energetici rende necessario sviluppare metodi più efficienti per gestire questo elemento, così cruciale per le attività aziendali ed ottenere un indubbio vantaggio sia dal punto di vista economico che da quello, sempre più importante, del rispetto ambientale.

Adottando le linee guida operative ISO 50001, è possibile ridurre il proprio consumo energetico, i costi e le emissioni di gas serra. ALMA LABORIS a tale scopo presta la massima attenzione all’organizzazione del Master in ENERGY MANAGEMENT.

 

I vantaggi della Gestione Energetica con ISO 50001.

  • Valutazione e monitoraggio del consumo energetico per capire dove è necessario implementare l’efficienza;
  • Miglioramento delle prestazioni generali con conseguente riduzione del consumo energetico e dei relativi costi;
  • Riduzione delle emissioni di carbonio e conformità ai requisiti governativi;

 

Ti piacerebbe specializzarti e lavorare nel Settore Energia?

Master e Stage in Energy Management riconosciuto Enic per la Certificazione EGE

 

 Fonti: Commissione Europea, British Standards Institution;


Contatta la Business School
Seguici su:

Questo sito usa cookie, anche di terzi, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Procedendo con la navigazione accetti l'uso di tali cookie. Leggi Cookie Policy.