Italian sounding

Italian sounding, il ministro Lollobrigida presenta le nuove misure per contrastarlo

L'ultimo annuncio del Ministro dell'Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste, Francesco Lollobrigida, segna un passo significativo nel riconoscimento e nella promozione delle eccellenze agroalimentari e forestali italiane.

La pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del disegno sul "made in Italy" è un ulteriore sforzo per valorizzare e proteggere le produzioni italiane di qualità.

Uno degli aspetti più notevoli di questo provvedimento è l'introduzione dell'articolo 34, che offre ai ristoratori italiani all'estero l'opportunità di ottenere la certificazione di “ristorante italiano nel mondo”. Questa iniziativa non solo promuove la diffusione della cucina italiana autentica, ma contrasta anche il fenomeno dell'"italian sounding", ovvero l'utilizzo improprio di nomi e immagini che richiamano l'Italia per commercializzare prodotti che non hanno origine italiana. Inoltre, questo riconoscimento sostiene la candidatura della cucina italiana come patrimonio dell'UNESCO.

Altro elemento rilevante è la creazione di un fondo per la protezione delle indicazioni geografiche italiane agricole a livello mondiale. Questo fondo è essenziale per salvaguardare l'identità e la qualità delle produzioni italiane, proteggendole da imitazioni e falsificazioni.

Il Ministro Lollobrigida ha anche annunciato la formazione dei "Distretti del prodotto tipico italiano" all'interno dei distretti del cibo. Questi distretti avranno risorse dedicate per implementare modelli di sviluppo sostenibile per l'agroalimentare italiano, offrendo opportunità e risorse per la crescita e il rilancio delle filiere.

In aggiunta, è stato istituito un fondo presso il Masaf per la promozione del consumo all'estero di prodotti nazionali di qualità. Si prevede anche la concessione, tramite ISMEA, di mutui a tasso agevolato a favore di imprese agricole, della pesca e dell’acquacoltura, che realizzano iniziative finalizzate all'acquisizione di altre imprese nel settore di produzione primaria o di prima trasformazione.

Infine, per sostenere il settore forestale e l'industria della prima lavorazione del legno, il Ministro ha annunciato lo stanziamento di 25 milioni di euro per il 2024. Questi fondi saranno utilizzati per concedere contributi a fondo perduto e finanziamenti a tasso agevolato, a supporto del rafforzamento di imprese boschive.

Queste misure rappresentano un impegno concreto del governo italiano nel sostenere e promuovere l'eccellenza agroalimentare e forestale del paese, garantendo al contempo la protezione e la valorizzazione delle sue tradizioni e produzioni uniche a livello mondiale.

Image


POTREBBE INTERESSARTI


Cookie Privacy

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.