Formazione e Carriere: Approfondimenti, News e Tendenze dal Mondo del Lavoro


 
Resta Aggiornato!!!
Iscriviti al Blog per ricevere News e Approfondimenti dal Mondo del Lavoro

Si prega di inserire una Email.
Valore non valido
Image

POTREBBE INTERESSARTI


Mercato oftalmico, Italia 4° mercato in Europa

Mercato oftalmico, Italia 4° mercato in Europa

L’Italia è il 4° mercato in Europa per il settore oftalmico, con una crescita del +5% nel 2014. Leader indiscussa la Gran Bretagna con un + 33,5%, seguita da Germania (+8,6%) e Spagna (+7,3%). A chiudere la top 5 con una crescita del + 4,7% è la Francia.

I farmaci oftalmici archiviano il 2014 con segno positivo, con vendite mondiali pari a circa 23 miliardi di dollari e un incremento di segmento pari a + 8% rispetto all’anno precedente (11% a cambio costante). I mercati maturi (Top EU 5, USA, Canada e Giappone) concentrano quasi il 75% delle vendite. I prodotti per il glaucoma e gli anti neovascolarizzanti rappresentano più della metà dei fatturati. Il mercato oftalmico in Italia sul canale retail - incluso farmacia, parafarmacia e corner GDO - è cresciuto complessivamente a valori del 3,5% nell’anno mobile terminante a Marzo 2015: questi i dati emersi. Fra i segmenti più importanti del mercato, i farmaci per il glaucoma segnano un + 3,4%, gli anti infettivi +3%, mentre i prodotti con evoluzione più positiva sul canale retail sono le lacrime artificiali (+8% rispetto al periodo precedente) e quelli per l’igiene oculare (+7%) che tuttavia rappresentano solo il 3% del mercato. L’intero canale ospedaliero aumenta del 9% a valore nell’anno mobile terminante a Marzo 2015, il doppio rispetto al mercato totale, crescita dovuta anche grazie all’evoluzione di prodotti per le affezioni vascolari lanciati di recente come aflibercept (2013). I consumi sono invece in leggera contrazione. Anche per il settore oftalmico l’Italia conferma la sua predilezione per i prodotti nutraceutici: i nuovi integratori oftalmici hanno generato circa 2mln di euro di crescita con un prezzo medio a confezione di 20 euro. La crescita è trainata dai nuovi prodotti e i consumi sono rimasti pressoché invariati rispetto al 2013 (+0.4%). Il consiglio di integratori rappresenta il 12% dell’attività prescritta dall’oculista e le patologie più interessate dal consiglio di integratori oftalmici sono le retinopatie e le malattie della macula.


Contatta la Business School
Seguici su:

Questo sito usa cookie, anche di terzi, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Procedendo con la navigazione accetti l'uso di tali cookie. Leggi Cookie Policy.