privacy internet

Giornalismo, gli editori spagnoli fanno guerra a Meta: al centro la privacy

L'industria dei media è in tumulto, specialmente per quanto riguarda il trattamento dei dati personali e la concorrenza nel settore pubblicitario. Un caso emblematico è quello di Meta, recentemente accusata di concorrenza sleale dagli editori spagnoli. La questione centrale riguarda la profilazione degli utenti a scopi pubblicitari, pratica che ha sottratto risorse vitali dal mercato pubblicitario, tradizionalmente sostenuto dai giornali.

Questa problematica ha preso il volo con il Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (GDPR) dell'UE e lo scandalo di Cambridge Analytica del 2018, che ha messo in luce i rischi legati alla gestione inappropriata dei dati personali. La sentenza della Corte di Giustizia europea del 4 luglio 2023 (Meta vs Bundeskartellamt, C-252/21) ha stabilito un precedente significativo, affermando che il consenso esplicito è l'unico mezzo legittimo per la profilazione pubblicitaria, escludendo il contratto e il legittimo interesse.

I giornali non sono estranei a questa questione. Molti di essi hanno modificato i loro banner sui cookie, chiedendo il consenso per la profilazione pubblicitaria. In alternativa, offrono agli utenti la possibilità di pagare una piccola somma per accedere ai contenuti, un approccio ancora in attesa di valutazione da parte delle Autorità Garanti della privacy.

Questi sviluppi si inseriscono in un contesto più ampio di contesa tra i giornali e le grandi piattaforme digitali, come Meta e Google, che monopolizzano una grande fetta del mercato pubblicitario online. La richiesta di risarcimento di 550 milioni di euro da parte degli editori spagnoli, rappresentati dall'Information Media Association (AMI), contro Meta è solo l'ultimo episodio di questa battaglia.

Mentre il mercato pubblicitario si riorganizza, sia le aziende che le autorità sono chiamate a vigilare e adattarsi. La Commissione europea sta introducendo il "cookie pledge", volto a promuovere un uso più etico dei cookie, con un possibile approccio che consenta pubblicità basate sul contesto anziché sulla personalizzazione. Questo è un momento cruciale per il settore, dove la protezione della privacy e la concorrenza equa diventano sempre più intrecciate.

Image


POTREBBE INTERESSARTI


Cookie Privacy

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.