La Faculty Completa




Manuela Colombi

Responsabile di Farmacovigilanza

La formazione scientifica e la conoscenza delle principali lingue europee sono state alla base della professione svolta in contesti internazionali.

L'interesse alla documentazione e alle metodiche di gestione ha favorito la presenza in associazioni professionali sia italiane (GIDIF,RBM- Gruppo Italiano Documentalisti Industria farmaceutica e ricerca Biomedica) ed internazionali (EAHIL, European Association for Health Information and Libraries) dove ha coperto ruoli fino alla presidenza.

La farmacovigilanza è stato l'interesse principale degli ultimi 18 anni di lavoro. Ha vissuto l'impegno dello sviluppo della normativa sia italiana che poi europea che ha dato forte impulso e risalto al valore di questa scienza.

La partecipazione ai gruppi di lavoro sia aziendali che delle associazioni da categoria ha favorito la formazione di un reparto competente ed ben organizzato.

Perché Farmacovigilanza
Fare Farmacovigilanza significa porre il paziente al primo posto quando si prescrivono, dispensano e somministrano farmaci.
Significa  attenzione alla Salute Pubblica anche dal punto di vista economico: prevenire gli eventi avversi è più economico che curarli.
Attività che richiede precisione nell'operatività  e sforzo nel coinvolgere tutte le figure aziendali potenzialmente coinvolte.

 

Contatta la Business School
Seguici su:

Questo sito usa cookie, anche di terzi, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Procedendo con la navigazione accetti l'uso di tali cookie. Leggi Cookie Policy.