Dogane e Libero scambio in Europa

Dogane e Libero scambio in Europa

Le dogane sono la prima linea di difesa contro merci pericolose, traffico illecito, frodi, terrorismo e crimine organizzato e, allo stesso tempo, facilitano gli scambi commerciali legittimi.

 

Grazie all’unione doganale dell’UE i dazi alle frontiere tra i paesi dell'UE sono un ricordo del passato e disponiamo di un sistema uniforme di dazi sulle importazioni dai paesi non appartenenti all'UE. 

 

L’unione doganale europea

L’unione doganale è un’area commerciale unica, nella quale tutte le merci circolano liberamente, sia che siano state fabbricate nell’Unione europea o che siano importate da paesi terzi. È possibile, ad esempio, spedire un cellulare finlandese in Ungheria senza pagare dazi e senza essere soggetti a controlli doganali.

Il dazio su beni provenienti da paesi extra UE, ad esempio un televisore importato dalla Corea del Sud, viene di solito pagato al momento del primo ingresso nell'Unione: successivamente non vi sono ulteriori dazi, né controlli.

Malgrado ciò, l'attività doganale nell'UE resta d'importanza vitale, considerato il cospicuo volume di merci che entrano nel suo territorio. Le dogane dell'UE gestiscono il 16 % circa del commercio mondiale: ogni anno controllano importazioni ed esportazioni per un valore di oltre 3 400 miliardi di euro. Le cifre delle operazioni doganali sono impressionanti: in media, ogni minuto vengono importate o esportate 4 200 tonnellate di merci con oltre 500 dichiarazioni doganali, mentre vengono bloccati più di 70 prodotti contraffatti e piratati. Con l'espansione del commercio internazionale, si amplia anche la varietà di merci oggetto degli scambi. Il coordinamento a livello dell'UE aiuta le autorità doganali a restare al passo con questa tendenza.

 

In che modo le dogane tutelano i cittadini europei

Le dogane proteggono i cittadini:

  • Facendo applicare norme che tutelano l'ambiente, nonché la nostra salute e sicurezza (ad esempio respingendo alimenti contaminati o apparecchi elettrici potenzialmente pericolosi);
  • Verificando la legalità delle esportazioni di tecnologie sensibili (che potrebbero essere utilizzate per produrre armi chimiche o nucleari)
  • Combattendo la contraffazione delle merci e la pirateria per tutelare la sicurezza e la salute pubblica, ma anche i posti di lavoro nelle imprese che operano a norma di legge;
  • Assicurando che chi viaggia con ingenti somme di denaro contante (o equivalente) non stia riciclando denaro sporco o evadendo il fisco;
  • Aiutando le forze di polizia e i servizi dell'immigrazione a combattere il traffico di esseri umani, stupefacenti, materiale pornografico e armi, tutte attività che alimentano la criminalità organizzata e il terrorismo;
  • Proteggendo le specie minacciate di estinzione, ad esempio controllando il commercio di avorio, animali, uccelli e vegetali protetti;
  • Proteggendo il patrimonio culturale europeo attraverso la repressione del contrabbando di opere d'arte.

Merci contraffatte sequestrate dalle dogane

 

Prevenire le frodi

Un altro compito fondamentale delle dogane nell'UE è la lotta alle frodi, che sottraggono ai governi il gettito fiscale necessario per spese pubbliche di vitale importanza, in particolare per quanto riguarda:

  • Falsi certificati di origine presentati per beneficiare dei dazi ridotti applicati a determinati paesi;
  • Dichiarazioni e pagamenti IVA fraudolenti in relazione a operazioni commerciali fittizie;
  • Evasione delle accise su prodotti quali le sigarette.

 

Dati sui flussi commerciali

Inoltre, i doganieri dell'UE raccolgono dati statistici per:

  • Stabilire se determinate merci concorrono slealmente con i prodotti dell'UE;
  • Determinare le tendenze economiche.

 Fonte e dati UE

Specializzati con il Master della Business School
"Export Management: Commercio Internazionale e Nuovi Mercati" >>>

 

 

Questo sito usa cookie, anche di terzi, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Procedendo con la navigazione accetti l'uso di tali cookie. Cookie Policy.