Il Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) online: Cos’è e come richiederlo

Il Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC): Cos’è e come richiederlo online

Il DURC, il Documento Unico di Regolarità Contributiva, è l’attestazione dell’assolvimento degli obblighi legislativi e contrattuali da parte dell’impresa nei confronti di Inps, INAIL e Cassa Edile.

 

Il DURC attesta che l’impresa ha eseguito in modo corretto e nei tempi previsti, tutto quanto richiesto dalla legge. È dal primo luglio del 2015 che è possibile verificare la regolarità contributiva di un’impresa nei confronti dei tre enti citati, con un’unica interrogazione e in tempo reale.

 

Il DURC On Line sostituisce il documento unico di regolarità contributiva regolarmente in auge dal 24 ottobre 2007. Ricordiamo che l’attestazione DURC serve per:

  • Appalti e subappalti di lavori pubblici. Non si intende con questi solo gli appalti di lavori pubblici in senso stretto, ma anche quelli di servizi e forniture;
  • Lavori privati soggetti al rilascio della concessione edilizia o alla DIA, quindi alla denuncia dell’inizio di attività prima dei lavori;
  • Per il rilascio delle attestazioni SOA;
  • Per l’iscrizione all’albo dei fornitori;
  • Per la gestione di servizi e attività pubbliche, sia in convenzione che in concessione.

 

In particolare secondo le nuove disposizioni e nello specifico secondo quanto sancito dall’articolo 4 del decreto legge numero 34/2014, dal 1° luglio 2015 chiunque abbia interesse compresa la medesima impresa, potrà verificare con modalità esclusivamente telematica e dunque in tempo reale, la regolarità contributiva nei confronti dell’INPS e dell’INAIL. La circolare INPS numero 80 pubblicata in data 2 maggio 2017, fornisce alcune indicazioni in merito alla disciplina introdotta dall’articolo 54 del decreto legislativo numero 50 del 24 aprile 2017 in materia di verifica della regolarità contributiva in presenza di dichiarazione di adesione alla definizione agevolata;  dunque, con il messaggio numero 824 del 24 febbraio 2017, l’INPS fornisce indicazioni chiarendo che è la mera presentazione della dichiarazione di adesione alla definizione agevolata in assenza di ulteriori omissioni, non consente di attestare la regolarità del contribuente.

 

Caratteri generali del DURC INAIL: cos’è e come sono i tempi di risposta

Il DURC può essere richiesto dalle imprese sia in modo diretto, sia attraverso i consulenti, o anche le associazioni, dagli enti pubblici appaltanti e infine è possibile richiederlo anche dalle SOA, la Società Organismi di Attestazione. Nello specifico il DURC contiene il risultato delle verifiche che hanno effettuato INAIL, Inps e la Cassa Edile in modo parallelo.

Su cosa sono effettuate tale verifiche? Sulla posizione contributiva dell’impresa. Se anche uno solo dei tre enti dichiara l’irregolarità dell’impresa, il DURC sarà negativo. È necessario, pertanto, che tutti e tre gli enti dichiareranno la regolarità dell’impresa. Qualora il DURC risultasse negativo l’impresta nei lavori pubblici perde l’aggiudicazione dell’appalto: non potrà, quindi, stipulare contratti di appalto o subappalto, così come non avrà diritto al pagamento dei SAL, lo Stato Avanzamenti Lavori, o delle liquidazioni finali. L’impresa inoltre, qualora il DURC risultasse negativo, avrebbe, nei lavori privati, la sospensione del titolo abilitativo connesso alla concessione edilizia. Infine, oltre alle varie azioni di recupero del credito da parte degli enti, l’impresa non avrà l’attestazione da parte della SOA, un’attestazione obbligatoria se si vuole partecipare alle gare di appalto.

Ad emettere il DURC è la Cassa Edile competente, quindi quella della provincia in cui ha sede l’impresa. Solo per lo Stato Avanzamenti Lavori (SAL) e le liquidazioni finali il DURC può essere emesso dalla provincia dove si eseguono i lavori pubblici che sono oggetto della richiesta dell’attestazione. Per concludere questa panoramica su che cosa sia il DURC offrendo quindi informazioni di carattere generale è bene dire che viene in seguito consegnato in copia originale direttamente unico della Cassa Edile. Può essere però inviato anche per posta all’indirizzo del richiedente stesso. Per il tempo della risposta si prevede un massimo di 30 giorni anche se i tre enti, INAIL, Inps e Cassa Edile, si stanno impegnando per ridurre i tempi di risposta.

 

Richiesta On Line del DURC: come fare?

Il DURC On Line è consultabile liberamente sia dal soggetto che lo richiede sia da chi ne ha interesse. Può essere richiesto tramite una raccomandata utilizzando l’apposito modulo reperibili sui siti web istituzionali, o anche presso la sede dell’Inps, INAIL e Casse Edili, qualsiasi sede. Il DURC si può richiedere ovviamente anche online sui siti internet di INPS ed INAIL.

In caso in cui si acceda on line in questi siti web istituzionali il soggetto che richiede il DURC deve identificarsi con i codici di accesso che sono stati rilasciati dai rispettivi enti proprio per l’opzione on line. Doveroso ora specificare che per questa richiesta on line è necessario seguire alcune regole a seconda del soggetto richiedente. Per le pubbliche amministrazioni, gli enti privati a rilevanza pubblica e le SOA le richieste dell’attestazione va eseguita esclusivamente in via telematica. Per i lavori edili invece la richiesta è cartacea e da presentare allo sportello unico costituito presso le Casse Edili. Si può comunque anche inviare direttamente allo sportello per posta. Nei casi diversi dall’edilizia la richiesta deve essere presentata presso la sede Inps o INAIL competente per il territorio. Anche in questo caso si può inviare per posta.

 

Specializzati con il Master della Business School "Amministrazione del Personale e Consulenza del Lavoro" >>>

 

Questo sito usa cookie, anche di terzi, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Procedendo con la navigazione accetti l'uso di tali cookie. Cookie Policy.